Leonardo sponsor del Padiglione Italia ad Expo 2020 dove innovazione e sostenibilità nell’Aerospazio saranno temi fondamentali

Dubai-Roma   19 novembre 2019 08:49

Innovazione e sostenibilità saranno temi chiave dell’Expo 2020 Dubai. La loro realizzazione nell’industria aerospaziale sarà alla base della sponsorizzazione del Padiglione Italia da parte di Leonardo che nei sei mesi dell’Esposizione Universale permetterà ai visitatori di aumentare la conoscenza di questi temi e favorirà relazioni tra le aziende in grado di rafforzare la competitività del Paese nella regione e su scala globale.

Oggi il Commissario Generale per l’Italia ad Expo 2020 Dubai Paolo Glisenti e l’Amministratore Delegato di Leonardo Alessandro Profumo hanno presentato la sponsorizzazione del Padiglione da parte dell’azienda durante una conferenza stampa a margine del Dubai Airshow 2019.
Sono lieto che Leonardo abbia deciso di collaborare con l’Italia ad Expo 2020 Dubai dato che le ricadute dell’Aerospace and Space Economy, nella quale Leonardo svolge un ruolo da protagonista e ha una posizione competitiva a livello internazionale, sono parte integrante del nostro progetto che si basa su sostenibilità, wellness e sicurezza per tutti”, ha affermato il Commissario Generale Glisenti. “Il claim dell’Italia ‘La Bellezza unisce le Persone’ indica che cosa le tecnologie innovative connesse agli skill creativi possono fare per generare un futuro migliore collegando le scoperte spaziali all’osservazione della Terra e dei mari, la mobilità sicura e veloce alla gestione delle crisi e allo sviluppo sostenibile”.
Siamo orgogliosi di partecipare al Padiglione dell’Italia a Expo 2020 Dubai e di contribuire alla valorizzazione dell’eccellenza del nostro Paese che è esso stesso un mix unico di creatività e tecnologia”, ha affermato l’AD di Leonardo, Profumo. “L’attitudine verso la trasversalità della conoscenza è da sempre per noi un elemento che ci caratterizza e che ci lega idealmente a Leonardo da Vinci, la versatile mente del Rinascimento che ci ha ispirato per la scelta del nostro nome".
Nel Padiglione Italia porteremo alcune delle più importanti innovazioni tecnologiche della nostra azienda con l’obiettivo di mostrare il nostro significativo contributo al progresso e allo sviluppo delle comunità nelle quali operiamo”, ha aggiunto Profumo.
Tra le novità che Leonardo presenterà al Padiglione ci sono le tecnologie e i prodotti relativi alle nuove frontiere nell’industria aeronautica: dai suoi innovativi velivoli con o senza pilota ai sistemi aeronautici integrati con un particolare focus sul rivoluzionario convertiplano AW609 progettato e realizzato da Leonardo.
La partecipazione di Leonardo rifletterà anche la sua expertise nell’esplorazione dello spazio così come quella nei sistemi di monitoraggio di terra e acque. Tra questi l’orologio atomico che scandisce il tempo attraverso la frequenza di risonanza di un atomo. Tutto questo in aggiunta alla trivella della missione ExoMars2020 che cercherà segni di vita sul Pianeta Rosso. Leonardo mira inoltre ad allargare e rafforzare l’esperienza partecipativa di un alto numero di giovani che visiteranno l’Esposizione Universale con finalità formative.

  • L’Expo di Dubai sarà la prima nell’area MENASA (Medio Oriente, Africa Settentrionale, Asia Meridionale) nella storia delle Esposizioni Universali iniziata nel 1851.  Il suo tema generale è "Connecting Minds, Creating the Future” e si prevede che attrarrà 25 milioni di visitatori. 
  • Il Padiglione Italia sorgerà in una zona di grande visibilità tra le aree tematiche di Expo 2020 dedicate a “Opportunità” e “Sostenibilità”. Sarà inoltre situato vicino ai padiglioni di Emirati Arabi Uniti, India, Germania, Arabia Saudita, Giappone e Stati Uniti. Secondo le stime del progetto, il Padiglione sarà visitato in media da oltre 28mila persone al giorno per un totale di 5 milioni di visite nell’arco dei sei mesi dell’evento che comincerà il 20 ottobre 2020.
  • Il Padiglione utilizzerà l’architettura per una rappresentazione creativa del suo tema “La Bellezza unisce le Persone”. Il progetto vede la partecipazione di Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria. Concepito come un Innovation Hub, non è solo un padiglione espositivo, ma anche dimostrativo, capace cioè di rappresentare l’expertise italiana nella creazione e nella costruzione di spazi interni ed esterni.
  • Come riunione di nazione ogni cinque anni dedicate a trovare soluzioni alle sfide più urgenti che il nostro pianeta affronta, le Esposizioni Universali sono un’occasione per condividere le idee e le migliori pratiche, promuovendo la creatività, favorendo la cooperazione e celebrando l’ingegno umano.

 

Per saperne di più:
 

https://italyexpo2020.it/en/pressreleases

https://www.leonardocompany.com/en/media-stories/press-releases


https://italyexpo2020.it/en/sostenibilita-e-innovazione/

https://www.leonardocompany.com/it/innovation
https://www.leonardocompany.com/it/about-us/sustainability