Leonardo a Biennale Tecnologia

12 novembre 2020

Leonardo partecipa a Biennale Tecnologia, manifestazione organizzata in modalità virtuale dal Politecnico di Torino (12 -15 novembre 2020), attraverso un evento dedicato ai droni e ai progetti e alle tecnologie sviluppate dall’azienda nel campo dei velivoli a pilotaggio remoto. 

Intelligenza artificiale e droni per i cittadini di domani” è il titolo dell’evento che vedrà Leonardo protagonista e che verrà trasmesso in diretta streaming sul sito della manifestazione venerdì 13 novembre alle ore 14. Attraverso le testimonianze di alcuni rappresentanti aziendali dell’unità Unmanned Systems sarà possibile scoprire più nel dettaglio le iniziative che Leonardo sta portando avanti nei settori della mobilità aerea avanzata e della sostenibilità.

Un approfondimento particolare sarà dedicato al Drone Contest, un progetto ideato e sviluppato da Leonardo, in collaborazione con sei atenei italiani, per promuovere lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale applicata all’ambito dei sistemi senza pilota. Durante l’evento verrà, inoltre, presentata la sperimentazione recentemente conclusasi per il trasporto per oltre 30 km e oltre il campo visivo dell’operatore (BVLOS - Beyond Visual Line of Sight) di campioni biologici e generi biomedicali con un velivolo a pilotaggio remoto a propulsione elettrica nell’ambito del progetto realizzato da Leonardo, Telespazio e Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, in collaborazione con ENAC (Ente Nazionale Aviazione Civile).

All’evento prenderanno parte Laurent Sissmann, Unmanned Systems Manager di Leonardo, Marco Pironti, Assessore all'Innovazione, Smart City e Sistemi ICT della Città di Torino, Marco Arrobbio, Responsabile dell’area Competence and Excellence Centers della unità Unmanned Systems di Leonardo e Paola Castagna, Responsabile di Normative Intelligence presso l’unità organizzativa Unmanned Systems di Leonardo, che parleranno dell’approccio aziendale ai sistemi senza pilota nell’ambito della mobilità aerea avanzata e illustreranno i progetti realizzati in Italia e a Torino.

Leonardo, che già vanta una consolidata presenza industriale e tecnologica a Torino, sta infatti oggi rafforzando ulteriormente il proprio impegno nei confronti del capoluogo piemontese attraverso una serie di significativi progetti per la «Città del futuro» che coniugano le tecnologie di domani con la sostenibilità. 

Sostenibilità che sarà un tema centrale della manifestazione. A parlarne, a Biennale OFF, sarà, tra gli altri, anche Renata Mele, Responsabile della Sostenibilità di Leonardo, con un contributo video che verrà trasmesso in diretta streaming sabato 14 novembre, alle ore 9.30 in cui spiegherà l’approccio di Leonardo alla sostenibilità fornendo un esempio di tecnologie sviluppate dall’azienda in quest’ottica, basate su sistemi avanzati di monitoraggio della terra e big data analysis.

 

Collegati al sito di Biennale Tecnologia e segui l’evento “Intelligenza artificiale e droni per i cittadini di domani”

 

Guarda l’intervento di Renata Mele sulla sostenibilità in Leonardo

Altre notizie e storie

31.05.2021
Lo Sky-X, antesignano dei futuri Loyal Wingman, i “gregari” non pilotati per i velivoli di prossima generazione

Il dimostratore Sky-X effettuava il suo primo volo il 29 maggio del 2005 presso il poligono di Vidsel, in Svezia. Senza tanto clamore, in un’area prossima al Circolo Polare artico lontana dalla gente e dal traffico aereo, si compiva un fatto storico: si trattava infatti del primo velivolo senza pilota - gli Unmanned Air Vehicle o UAV, oggi comunemente chiamati droni - con motore a reazione di peso superiore ai 1.000 kg a volare in Europa e anche il primo ad essere equipaggiato con una baia di carico interna e ad essere concepito per ruoli operativi. La sperimentazione culminò nel 2008 con una “prima mondiale” quando lo Sky-X dimostrò le capacità di rifornimento automatico e di volo in formazione con un altro velivolo.

31.05.2021
Lo Sky-X, antesignano dei futuri Loyal Wingman, i “gregari” non pilotati per i velivoli di prossima generazione

Il dimostratore Sky-X effettuava il suo primo volo il 29 maggio del 2005 presso il poligono di Vidsel, in Svezia. Senza tanto clamore, in un’area prossima al Circolo Polare artico lontana dalla gente e dal traffico aereo, si compiva un fatto storico: si trattava infatti del primo velivolo senza pilota - gli Unmanned Air Vehicle o UAV, oggi comunemente chiamati droni - con motore a reazione di peso superiore ai 1.000 kg a volare in Europa e anche il primo ad essere equipaggiato con una baia di carico interna e ad essere concepito per ruoli operativi. La sperimentazione culminò nel 2008 con una “prima mondiale” quando lo Sky-X dimostrò le capacità di rifornimento automatico e di volo in formazione con un altro velivolo.

Iscriviti al servizio di News Alert

Ricevi gli ultimi aggiornamenti su Leonardo via email

Registrati