Soluzioni complete per la sorveglianza marittima

02 marzo 2021

Leonardo offre soluzioni integrate a supporto delle operazioni di sorveglianza marittima in tutto il mondo. Il Sistema di Missione ATOS integra diverse suite di sensori Leonardo garantendo l’interoperabilità di sistemi manned, come l’ATR72, e unmanned, come il Falco, per un’efficace sorveglianza del Mediterraneo.

Un aereo da pattugliamento marittimo in volo sul Canale di Sicilia, individua indizi di attività sospette a 200 miglia dalla costa. Il velivolo inizia l’attività di sorveglianza, ma è quasi al termine della sua autonomia e dovrà presto rientrare per garantire il necessario riposo all’equipaggio e agli operatori alle console. Potrebbero volerci molte ore di sorveglianza per raccogliere le prove degli illeciti in mare, quindi viene richiesto l’intervento di un velivolo unmanned Falco EVO, in grado di svolgere missioni della durata di oltre 18 ore, con una completa suite di sorveglianza marittima e connessione satellitare. Da un’altitudine di 3.000 piedi, tenendosi a 6 o 7 chilometri di distanza dal suo obiettivo grazie all’alta definizione del suo sistema elettro-ottico, il Falco è virtualmente invisibile e, grazie ad un’impronta sonora dell’ordine dei 43 decibel, i trafficanti non lo sentiranno. Nelle ore successive, il velivolo a controllo remoto raccoglierà le prove degli illeciti, documentando le attività in mare in ogni dettaglio, senza che la sua presenza sia notata.
 

Falco Evo

 

Questo è solo un esempio delle sinergie possibili fra velivoli con equipaggio a bordo e sistemi a controllo remoto: l’interoperabilità tra le due categorie di sistemi e la complementarietà delle caratteristiche operative permettono di migliorare l’efficienza delle missioni di sorveglianza più complesse . Se da un lato, un grande pattugliatore pilotato come un ATR della Guardia di Finanza può spostarsi a velocità anche tre volte superiori a quelle di un velivolo unmanned, i velivoli senza pilota offrono una persistenza sull’obiettivo fino a tre o quattro volte più lunga rispetto ad un velivolo tradizionale. D’altra parte, se un ATR può contare su di carico di sensori più vasto e la presenza a bordo di operatori specializzati, un velivolo non pilotato non soffre dei problemi di affaticamento dell’equipaggio ed ha un’autonomia di missione molto maggiore, così da poter pattugliare una vasta area per molte ore, senza interruzioni. In entrambi i casi, il Centro di Comando e Controllo a terra potrà contare su preziose informazioni raccolte sul campo e trasmesse in tempo reale dalle piattaforme di sorveglianza. Questo scenario, che si ripete regolarmente nei cieli del canale di Sicilia, è anche un chiaro esempio della capacità, praticamente unica a livello globale, che Leonardo ha di offrire soluzioni complete che coprono ogni elemento della sorveglianza: dai velivoli unmanned a quelli pilotati, passando per la sensoristica e per tutti i servizi accessori che consentono l’esecuzione della missione. 

 

Falco Xplorer – Ground Control station

 

Data la complessità delle esigenze dei clienti, Leonardo concorda la soluzione che meglio si adatta alle esigenze del cliente stesso. Il sistema ISR può essere venduto così com'è, op-pure Leonardo può impostare un servizio completo, fornendo all'acquirente informazioni già processate, pronte per supportare i responsabili dei processi decisionali. Leonardo è in gra-do di fornire un'ampia gamma di soluzioni di servizi, dal noleggio del sistema al pay-for-information, dove Leonardo è responsabile di qualsiasi aspetto operativo dalla manutenzio-ne alla gestione e disseminazione delle informazioni.
Oltre alle opzioni sopra descritte, è disponibile una grande varietà di soluzioni specifiche per il cliente, adatte ad ogni esigenza operativa. Infatti,  Leonardo non è solo un OEM, ma un vero e proprio partner per implementare le più complesse soluzioni ISRbasate su piattafor-me proprie o di terze parti. Leonardo può fornire soluzioni completamente autosviluppate e sistemi aerei di sorveglianza basati su velivoli “green” commerciali edequipaggiati con qual-siasi tipo di sensore o suite di missione basati su un modello di business “one-stop-shop”.
Il fatto che Leonardo possa offrire una soluzione operativa completa in cui rappresenta la Design Authority per tutti gli elementi, dal velivolo al sensore, rende l'azienda praticamente unica al mondo e rappresenta un grande vantaggio per il cliente.

Avere competenze d’eccellenza in ogni settore genera anche altri vantaggi: quando i velivoli senza pilota hanno iniziato a trovare un ruolo nella sorveglianza marittima, i sensori, soprattutto radar, erano troppo grandi e pesanti perché pensati solo per le grandi piattaforme manned. Leonardo ha risolto il problema in casa, miniaturizzando i sensori il cui peso, ingombro e assorbimento sono stati ridotti mantenendone costanti, se non migliorandone, le prestazioni. Ne è un esempio il radar Gabbiano il cui peso si è ridotto di oltre la metà versione standard, arrivando a raggiungere soli 25 Kg. Questa trasformazione ha colmato un vuoto nel mercato dei sensori e ha permesso di maturare soluzioni unmanned di grandissima efficacia, come i già citati velivoli FALCO. E da questo sviluppo, in un circolo virtuoso, i sensori miniaturizzati sviluppati per gli Unmanned Air Vehicles hanno trovato poi applicazione in un ulteriore segmento di mercato, quello dei velivoli da sorveglianza pilotati leggeri. Leonardo ha stretto accordi con diversi produttori di velivoli leggeri, realizzando soluzioni di sorveglianza marittima piccole ed economiche ma completo di radar, camera elettro-ottica e suite di missione ATOS. Lo svolgimento di missioni di sorveglianza aerea con velivoli leggeri è oggi una solida realtà, eppure, fino a qualche anno fa, nessuno avrebbe pensato fosse possibile. 
 


Atos

Falco Xplorer

Video

Iscriviti al servizio di News Alert

Ricevi gli ultimi aggiornamenti su Leonardo via email

Registrati