Primi passi per l’International Flight Training School

La scuola internazionale di addestramento al volo dell’Aeronautica Militare, powered by Leonardo, getta le basi per diventare un punto di riferimento a livello mondiale nella fornitura di addestramento avanzato alle forze aeree. Ma per capirne di più, andiamo a Galatina!     

19 giugno 2019

Giugno 2019. Base Aerea dell’Aeronautica Militare di Galatina (Lecce). Siamo in una delle aule briefing del 212° Gruppo, 61° Stormo. L’esperto istruttore AM spiega tutti i dettagli della missione ai suoi allievi. “Dragon 74” dovrà affrontare “Dragon 75” effettuando una serie di Basic Fighter Maneuvers per guadagnare una posizione di vantaggio durante il combattimento simulato. Alla fine, l’esercizio si ripete a ruoli invertiti. 

Dopo essere passati dalla sala operativa dello Stormo, dove ricevono gli ultimi aggiornamenti sulla missione, i piloti procedono con la vestizione in sala equipaggiamento. Pochi minuti dopo li troviamo impegnati a effettuare i controlli pre-volo ai velivoli assegnati che recano l’insegna della International Flight Training School (IFTS) sulla deriva.

Rifornimento in volo (AAR), missioni con utilizzo degli speciali occhiali per la visione notturna (NVG), ingaggi aria-aria oltre la portata visiva (BVR), impiego del casco visore con proiezione dati (HMD) sono solo alcune delle avanzate capacità operative che possono essere messe a disposizione degli allievi grazie agli M-346 e i sofisticati sistemi di simulazione del Ground Based Training System (GBTS) di Leonardo presso la base salentina. Questa offerta consente di risparmiare preziose ore di volo che altrimenti si dovrebbero effettuare a bordo dei molto più costosi caccia di prima linea.

I primi piloti civili hanno iniziato l’addestramento per essere qualificati istruttori degli allievi che frequenteranno la cosiddetta fase IV del sillabo addestrativo a Galatina (Lead-In to Fighter Training – LIFT), in pratica l’ultimo stadio di formazione propedeutico all’impiego sui caccia di ultima generazione, come Eurofighter or the F-35.    

La lunga e consolidata esperienza dell’Aeronautica Militare nell’addestramento al volo e la leadership di Leonardo nell’addestramento integrato, sono alla base dell’accordo siglato lo scorso anno per garantire alle moderne forze aeree formazione avanzata di livello superiore e a costi contenuti. 

Leonardo ha recentemente consegnato il terzo dei quattro Aermacchi M-346 di proprietà dell’azienda, previsti dal progetto congiunto con l’Aeronautica Militare e che si aggiungono ai 18 ordinati direttamente dall’AM. Ogni giorno, la costante presenza a Galatina di piloti stranieri, allievi e istruttori, favorisce lo scambio di esperienze e garantisce la massima modularità e flessibilità del sillabo addestrativo.

L’International Flight Training School si sta preparando per poter accogliere i primi allievi presso la base dell’Aeronautica Militare di Galatina dove - con l’arrivo a partire dal 2020 del nuovo M-345, impiegato per la fase II e III del sillabo addestrativo - una volta saturate le capacità addestrative, si procederà con il progressivo spostamento sulla base aerea di Decimomannu in Sardegna, a partire dalla fine del 2021, della IV fase del sillabo addestrativo. 

 

Scopri di più sull’International Flight Training School.

Altre notizie e storie

02.09.2018
Riflettori puntati sugli Eurofighter del 36° Stormo
Base aerea di Gioia del Colle (Bari). E' una mattina decisamente tranquilla quando presso la Sala Operativa suona l'allarme: ordine di decollo immediato, scramble! I due piloti di turno, già pronti ed equipaggiati con tuta anti-G, scattano di corsa verso gli shelter dove sono ricoverati gli Eurofighter già "pre-volati".
08.07.2018
Aermacchi M-346FA: maestro nel multiruolo
Nuova versione del bimotore da addestramento avanzato Aermacchi M-346, progettato e prodotto dalla Divisione Velivoli di Leonardo, l'M-346 FA (Fighter Attack) rappresenta un'evoluzione della variante dual role FT (Fighter Trainer), ed è stata sviluppata per venire incontro alle crescenti e diversificate necessità operative delle forze aeree.
02.09.2018
Riflettori puntati sugli Eurofighter del 36° Stormo
Base aerea di Gioia del Colle (Bari). E' una mattina decisamente tranquilla quando presso la Sala Operativa suona l'allarme: ordine di decollo immediato, scramble! I due piloti di turno, già pronti ed equipaggiati con tuta anti-G, scattano di corsa verso gli shelter dove sono ricoverati gli Eurofighter già "pre-volati".
08.07.2018
Aermacchi M-346FA: maestro nel multiruolo
Nuova versione del bimotore da addestramento avanzato Aermacchi M-346, progettato e prodotto dalla Divisione Velivoli di Leonardo, l'M-346 FA (Fighter Attack) rappresenta un'evoluzione della variante dual role FT (Fighter Trainer), ed è stata sviluppata per venire incontro alle crescenti e diversificate necessità operative delle forze aeree.