Leonardo: risultati primo semestre ancora in crescita. Ottima performance commerciale, Ordini +34%. Confermata Guidance 2019

Roma   30 luglio 2019 19:18

Risultati al 30 giugno 2019. 
Di seguito un estratto. Scarica qui la versione integrale.

 

Risultati del primo semestre 2019 ancora una volta in linea con le aspettative 

  • Nuovi Ordini pari a € 6,1 miliardi, +34% 
  • Ricavi pari a € 5,96 miliardi, +7%
  • EBITA pari a € 487 milioni, +4%
  • Risultato Netto pari a € 349 milioni, +229%
  • FOCF negativo per € 1,05 miliardi, in linea con l’usuale stagionalità

Solidi progressi e ottima performance commerciale in tutto il Gruppo

  • Il buon livello degli Ordini riflette i benefici della strategia commerciale
  • Successi registrati sia nei mercati domestici che internazionali

Passi avanti nell’esecuzione del Piano Industriale

  • Elicotteri in linea con gli obiettivi del Piano
  • Aeronautica: solida performance dei Velivoli, si riducono le perdite nelle Aerostrutture, in flessione ATR
  • Solidi risultati dell’Elettronica per la Difesa e Sicurezza, Leonardo DRS ben posizionata sul mercato USA in forte crescita 

 

Confermata la Guidance 2019


Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo, riunitosi oggi sotto la presidenza di Gianni De Gennaro, ha esaminato e approvato all’unanimità i risultati del primo semestre 2019.

Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, ha commentato: “I risultati ottenuti sono ancora una volta in linea con le attese e abbiamo ottenuto un’ottima performance commerciale sia nei mercati domestici sia in quelli internazionali. Confermiamo la Guidance 2019 e continuiamo ad essere focalizzati sull’esecuzione del Piano Industriale volto alla crescita sostenibile e alla creazione di valore per tutti i nostri stakeholder”.


I risultati del primo semestre del 2019 mostrano una crescita rispetto al periodo a confronto, in particolare:
•    Ordini: pari a 6.145 milioni di euro, presentano, rispetto ai primi sei mesi del 2018 (€ 4.604 mil), un incremento pari a circa il 34%, fortemente trainato dall’Elettronica per la Difesa e Sicurezza e dagli Elicotteri
•    Portafoglio Ordini: pari a 36.321 milioni di euro, superiore del 11,4% rispetto ai € 32.611 mil nel primo semestre 2018, assicura una copertura in termini di produzione equivalente pari a circa 3 anni
•    Ricavi: pari a 5.962 milioni di euro, in crescita circa del 7% rispetto al primo semestre del 2018 (€ 5.589 mil), principalmente grazie all’Elettronica per la Difesa e Sicurezza
•    EBITA: pari a 487 milioni di euro superiore del 3,6% rispetto ai € 470 mil del primo semestre del 2018, risulta in crescita a fronte di un miglioramento della performance operativa di tutti i business, in grado di compensare anche il minore apporto del Consorzio GIE-ATR e della componente Manifatturiera della Space Alliance
•    Redditività operativa: pari al 8,2%, risulta sostanzialmente in linea con il periodo a confronto 
•    EBIT: pari a 462 milioni di euro, un miglioramento di € 222 mil (+92,5%), rispetto al primo semestre del 2018 (€ 240 mil), dovuto oltre che al miglioramento dell’EBITA, alla riduzione degli oneri di ristrutturazione ed al completamento di parte degli ammortamenti legati alle attività immateriali iscritte in occasione dell’acquisizione di Leonardo DRS (Purchase Price Allocation)
•    Risultato netto ordinario: pari a 252 milioni di euro, (€ 106 mil nel primo semestre del 2018) beneficia, rispetto al primo semestre del 2018, del miglioramento del risultato operativo, al netto del relativo carico fiscale
•    Risultato netto: pari a 349 milioni di euro, (€ 106 mil nel primo semestre del 2018) risente positivamente, oltre che dei fenomeni sopra citati, degli effetti della transazione con Hitachi, classificati nel risultato delle “Discontinued operations
•    Indebitamento netto di Gruppo: pari a 4.098 milioni di euro, presenta, rispetto al 31 dicembre 2018 (€ 2.351 mil) ed al 30 giugno 2018 (€ 3.474 mil) un peggioramento dovuto, oltre che all’usuale andamento del flusso di cassa nella prima parte dell’anno, all’iscrizione delle passività finanziarie derivanti dall’applicazione dell’IFRS 16 ed agli effetti derivanti dall’acquisizione di Vitrociset
•    Free Operating Cash Flow (FOCF): negativo per 1.050 milioni di euro (negativo per € 809 mil nel primo semestre 2018), in linea con l’usuale stagionalità 

 

Outlook
In considerazione dei risultati ottenuti nel primo semestre del 2019 e delle aspettative per i mesi successivi, si confermano le previsioni per l’intero anno formulate in sede di predisposizione del bilancio al 31 dicembre 2018.

 
Valori bilancio 2018
Outlook 2019*
Ordini (€mld.)
15.1
12.5 – 13.5
Ricavi (€mld.)
12.2
12.5 – 13.0
EBITA (€mln.)
1,120
1,175 – 1,225
FOCF (€mln.)
336
ca. 200
Indebitamento Netto di Gruppo (€mld.)
2.4
ca. 2.3 / 2.8 (**)

(*) Assumendo un valore del cambio €/USD a 1,25 ed €/GBP a 0,9
(**) Incluso l’effetto IFRS 16

Gruppo
(milioni di euro)
6 mesi 2019
6 mesi 2018
Var. ass
Var. %
 
FY 2018
Ordini
6,145
4,604
1,541
33.5%
 
15,124
Portafoglio ordini
36,321
32,611
3,710
11.4%
 
36,118
Ricavi
5,962
5,589
373
6.7%
 
12,240
EBITDA(*)
755
667
88
13.2%
 
1,534
EBITA (**)
487
470
17
3.6%
 
1,120
ROS
8.2%
8.4%
(0.2) p.p
 
 
9.2%
EBIT (***)
462
240
222
92.5%
 
715
EBIT Margin
7.7%
4.3%
3.4 p.p.
 
 
5.8%
Risultato netto ordinario
252
106
146
137.7%
 
421
Risultato netto
349
106
243
229.2%
 
510
Indebitamento netto di
Gruppo
4,098
3,474
624
18.0%
 
2,351
FOCF
(1,050) 
(809)
(241)
29.8%
 
336
ROI
12.5%
13.0%
(0.5) p.p.
 
 
16.4%
ROE
10.9%
5.0%
5.9 p.p.
 
 
9.7%
Organico
48,755
45,989
2,766
6.0%
 
46,462

(*) L’EBITDA è dato dall’EBITA, prima degli ammortamenti e delle svalutazioni (al netto di quelle relative all’avviamento o classificate tra i
“costi non ricorrenti”).

(**) L’EBITA è ottenuto depurando l’EBIT dai seguenti elementi: eventuali impairment dell’avviamento; ammortamenti ed eventuali
impairment della porzione del prezzo di acquisto allocato a attività immateriali nell’ambito di operazioni di business combination; costi di
ristrutturazione, nell’ambito di piani definiti e rilevanti; altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibile, cioè, a eventi di particolare
significatività non riconducibili all’andamento ordinario dei business di riferimento.

(***) L’EBIT è ottenuto aggiungendo al risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari la quota parte di competenza del Gruppo dei
risultati delle JV strategiche (ATR, MBDA, Thales Alenia Space e Telespazio).