Leonardo: cresce la flotta di elicotteri AW139 dei Vigili del Fuoco con ordini per oltre 75 milioni di euro

Parigi   18 giugno 2019 08:29

•    I nuovi contratti per ulteriori cinque AW139 si aggiungono alle prime tre macchine ordinate, delle quali due già consegnate quest’anno.  

•    L’obiettivo è di sostituire progressivamente gli AB412 in servizio da decenni nel Paese e dotare l’Italia di un più moderno sistema di supporto alla popolazione a seguito di eventi calamitosi, di ricerca e soccorso e di lotta agli incendi boschivi 

•    Sono 61 gli AW139 fino ad oggi ordinati dall’Amministrazione Pubblica Italiana per le Forze Armate e i Corpi dello Stato; più di 1.100 gli ordini complessivi nel mondo, provenienti da 270 clienti di 70 diversi Paesi

 

Leonardo ha annunciato di aver firmato nuovi contratti per cinque ulteriori elicotteri AW139 per il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, comprendenti un pacchetto di supporto logistico integrato e addestramento per piloti e tecnici. Gli ordini hanno un valore di oltre 75 milioni di euro e fanno seguito all’acquisto di tre unità, di cui due già consegnate quest’anno.  I cinque nuovi elicotteri verranno consegnati entro giugno 2020.

I Vigili del Fuoco intendono sostituire progressivamente gli elicotteri AB412 in servizio ormai da decenni, al fine di ottimizzare ulteriormente la copertura del territorio nazionale e fornire una risposta più rapida ed efficace in caso di calamità naturali e, in generale, ogniqualvolta siano richiesti interventi di soccorso aereo alla popolazione. L’introduzione dell’AW139 rappresenta un miglioramento sostanziale delle capacità del servizio aereo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che potrà contare sull’elicottero più moderno al mondo per operazioni di ricerca e soccorso (SAR) in mare e ambiente montano, trasporto medicale, antincendio e protezione civile. Il programma di ammodernamento della flotta prevede un’opzione per sette ulteriori elicotteri, in aggiunta agli otto già ordinati.

Sono oltre 816.000 le missioni di soccorso e antincendio effettuate ogni anno in Europa, Italia compresa. Gli AW139 dei Vigili del Fuoco sono dotati di un’ampia gamma di equipaggiamenti come verricello di recupero, gancio baricentrico per l’impiego di benna antincendio, radar meteo, sistema di comunicazione satellitare, sistema elettro-ottico, console di missione ad alta definizione sviluppata da Leonardo e sistema di trasmissione a terra dei dati. Gli elicotteri dispongono, inoltre, di un avanzato sistema anticollisione di progettazione Leonardo, di visori notturni, di un faro di ricerca ad elevatissima illuminazione, di galleggianti di emergenza e zattere di salvataggio, di altoparlanti e di strumentazione medicale. Il cockpit è caratterizzato da tecnologia avionica allo stato dell’arte, grazie agli ampi display che consentono un accesso chiaro, immediato e agevole a tutte le informazioni di volo e di missione, con conseguente riduzione del carico di lavoro dell’equipaggio, permettendogli così di concentrarsi maggiormente sulla missione. L’elicottero è inoltre equipaggiato con un avanzato autopilota, sviluppato per operazioni di ricerca e soccorso, anche sul mare.

Nota ai redattori sull’elicottero AW139
L’AW139 è un elicottero della classe delle 7 tonnellate, dotato di un’ampia cabina a cui si accede lateralmente con due ampi portelloni scorrevoli. La potenza dei due turbomotori garantisce prestazioni  e sicurezza ai vertici della categoria. Inoltre, la capacità di operare con un solo motore funzionante, anche nelle missioni più critiche, garantisce la piena sicurezza dell’equipaggio e dei passeggeri. 

In Italia, l’AW139 è stato adottato anche dall’Aeronautica Militare, dalla Guardia Costiera, dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia di Stato oltre che da numerosi operatori di trasporto medicale d’urgenza. Tutti operatori che, utilizzando lo stesso modello di elicottero, possono beneficiare di una efficace ed efficiente condivisione dei servizi di logistica, addestramento e supporto. Con questi ultimi contratti dei Vigili del Fuoco, il numero di AW139 ordinati da operatori governativi italiani sale a 61, coprendo una vasta gamma di compiti, quali: ordine pubblico e sicurezza, pattugliamento e sorveglianza aerea, operazioni speciali e anti-terrorismo, ricerca e soccorso, comando e controllo, trasporto governativo e VVIP, protezione civile, antincendio boschivo e addestramento. 

Italia, ma non solo: sono numerose le forze di polizia e le agenzie governative che hanno scelto e già utilizzano l’AW139. Tra queste quelle di Regno Unito, Stati Uniti, Giappone, Corea del Sud, Malesia, Svezia, Spagna, Estonia, Paesi Bassi, Cile, Brasile, Emirati Arabi Uniti, Oman, Croazia. L’AW139 conta 270 clienti, appartenenti a 70 diversi Paesi. Gli elicotteri fino ad oggi ordinati sono più di 1.100, oltre 950 dei quali già in servizio. Numeri che fanno dell’AW139 l’elicottero più venduto al mondo nella sua categoria