Leonardo lancia la nuova camera SLX-SuperHawk

Roma   09 settembre 2019 17:28

  • La camera SLX-SuperHawk, progettata per durare quattro volte più a lungo di prodotti equivalenti, è in esposizione per la prima volta all’evento DSEI di Londra
  • Un’immagine nitida è fondamentale in scenari operativi che richiedono decisioni tempestive. SLX-SuperHawk produce immagini con una risoluzione di 1280x1024 pixel nell’oscurità totale
  • Leonardo ha già fornito camere per visione notturna e situational awareness a bordo veicolo per l'esercito UK e per il programma italiano di digitalizzazione del campo di battaglia Forza NEC, per garantire una visione ottimale del campo di battaglia h 24 in qualsiasi condizione meteo

Leonardo ha annunciato il lancio della sua ultima camera a infrarossi SLX-SuperHawk, che sarà in mostra per la prima volta alla fiera DSEI di Londra, Regno Unito a partire da domani (10-13 settembre). SLX-SuperHawk si avvale del rilevatore SuperHawk composto da oltre un milione di singoli pixel a infrarossi, ciascuno inferiore a 1/12 dello spessore di un capello umano. Il rivelatore, insieme alla capacità di elaborazione delle immagini integrata, rende la nuova camera capace di soddisfare i più stringenti requisiti di sorveglianza e targeting a lungo raggio in ambienti difficili.

Il ciclo di vita del motore di SLX-SuperHawk è di 40.000 ore, quattro volte quello di una normale termocamera a infrarossi a onde medie, offrendo costi di gestione più bassi e riducendo la necessità di manutenzione e di parti di ricambio.

In grado di produrre immagini ad alta definizione (HD) con una risoluzione di 1280x1024 nell'oscurità totale, la camera acquisisce immagini rilevando differenze di temperatura di 1/50 di grado. La creazione di un'immagine più nitida è importante in scenari operativi dove occorrono decisioni rapide.

SLX-SuperHawk è certificato sia per applicazioni militari che civili, tra cui sorveglianza delle frontiere, guida missilistica, polizia, controllo doganale, sicurezza costiera e protezione di asset. La camera può essere fornita come sensore autonomo o integrato come parte di un sistema di sorveglianza completo come la famiglia di sensori stabilizzati “Nerio” di Leonardo. Leonardo ha precedentemente fornito camere per visione notturna e situational awareness a bordo veicolo per l'esercito britannico e per il programma italiano di digitalizzazione del campo di battaglia Forza NEC e sta attualmente lavorando per l’aggiornamento dei veicoli terrestri dell'esercito danese.