1000 ore di volo per l'elicottero NH-90

A distanza di poco più di un anno dalla loro prima missione operativa in Afghanistan, una coppia di elicotteri NH-90 dell'Aviazione dell'Esercito Italiano (AVES) in forza alla Task Force "Fenice" ha superato le 1000 ore di volo durante una ricognizione sui cieli di Herat

Herat   15 ottobre 2013

A distanza di poco più di un anno dalla loro prima missione operativa in Afghanistan, una coppia di elicotteri NH-90 dell’Aviazione dell’Esercito Italiano (AVES) in forza alla Task Force “Fenice” ha superato le 1000 ore di volo durante una ricognizione sui cieli di Herat.


Gli NH-90 italiani hanno iniziato le missioni in teatro operativo più di un anno fa e sono stati i primi ad essere coinvolti in missioni operative di supporto al combattimento.


L’NH90 è un elicottero militare multiruolo della classe delle 11 tonnellate a medio carico sviluppato seguendo i NATO Staff Requirements e rappresenta il risultato di un ampio programma europeo di collaborazione tra AgustaWestland, Eurocopter e Stork Fokker Aerosopace (NHIndustries). L’elicottero è dotato di avanzati apparati avionici di bordo di ultima generazione, completamente integrati ai sistemi per la visione diurna e notturna che permettono all’equipaggio un costante ed elevato stato di Situational Awareness.


Dal nucleo del velivolo nascono le due principali versioni: il TTH, Tactical Transport Helicopter e l’NFH, la versione navale.


La Task Force “Fenice” si avvale oltre che degli NH-90, anche dell’A129 “Mangusta” e del  CH47 “Chinook”.

 

Altre notizie e storie

03.11.2019
In missione con l'ATR 72MP
Canale di Sicilia. La temperatura al livello del mare è decisamente alta. L'ATR 72MP, prodotto da Leonardo e in dotazione al 41° Stormo dell'Aeronautica Militare (che definisce l'aereo con la sigla P-72A), è decollato un paio di ore prima dalla base aerea di Sigonella. Uno dei quattro operatori ai sistemi di bordo (Mission System Operator - MSO) sta sorvegliando la superficie del mare con il radar a scansione elettronica attiva Seaspray 7300E anch'esso realizzato da Leonardo.
03.11.2019
In missione con l'ATR 72MP
Canale di Sicilia. La temperatura al livello del mare è decisamente alta. L'ATR 72MP, prodotto da Leonardo e in dotazione al 41° Stormo dell'Aeronautica Militare (che definisce l'aereo con la sigla P-72A), è decollato un paio di ore prima dalla base aerea di Sigonella. Uno dei quattro operatori ai sistemi di bordo (Mission System Operator - MSO) sta sorvegliando la superficie del mare con il radar a scansione elettronica attiva Seaspray 7300E anch'esso realizzato da Leonardo.

Iscriviti al servizio di News Alert

Ricevi gli ultimi aggiornamenti su Leonardo via email

Registrati