Le nostre filiere

La catena di fornitura è un elemento strategico del nostro modello di business. Migliaia di fornitori contribuiscono alla competitività del Gruppo e alla creazione di valore attraverso la qualità dei prodotti e dei servizi forniti e la collaborazione nella gestione delle commesse, anche in ottica di controllo dei rischi. 

Allo stesso tempo, il nostro impegno è quello di costruire una catena di fornitura solida e affidabile, in un ecosistema innovativo, integrato e resiliente, capace di sostenere lo sviluppo sociale ed economico dei territori in cui siamo presenti. 

Coinvolgimento e impegno che si esprime anche nei requisiti che chiediamo ai fornitori di rispettare. Gli acquisti di beni e servizi sono concentrati nei quattro mercati domestici (Italia, Regno Unito, Stati Uniti e Polonia), nei quali Leonardo ha favorito la nascita di interi distretti industriali, sostenendo lo sviluppo sociale ed economico dei territori e avvalendosi con continuità dell’apporto dei fornitori locali, in gran parte piccole e medie imprese (PMI).


Tutti i fornitori devono condividere e rispettare i princípi etici e di responsabilità sociale e ambientale di Leonardo, prendendo visione e accettando il Codice Etico, il Codice di Condotta per i fornitori e le indicazioni contenute nei modelli di organizzazione e controllo, nonché essere conformi con i requisiti di carattere economico-finanziario, etico-legale e in materia di anticorruzione. Tali requisiti vengono verificati già nella fase di prequalifica del fornitore e monitorati lungo tutta la durata del rapporto di fornitura dall’unità Supply Chain e Procurement.

 

Leonardo Strategic/Critical Tier 1

 

Leonardo valuta e classifica i suoi fornitori all’interno di un processo strutturato e  sulla base dei seguenti criteri:

  • volume d'affari;
  • il rischio di fornitura (difficoltà ad attivare un fornitore alternativo);
  • salute finanziaria e dipendenza da Leonardo;
  • capacità tecniche e gestionali;
  • sostenibilità;
  • performance (qualità e puntualità delle consegne)

Sono in atto specifiche azioni di mitigazione del rischio per gestire i fornitori strategici/critici e i fornitori ad alto rischio ESG.
I fornitori critici di livello 1 sono identificati come fornitori di forniture ad alto volume e ad alto rischio
I fornitori ad alto rischio ESG sono identificati come i fornitori che hanno un'alta probabilità di causare un impatto negativo sull'organizzazione a causa di una cattiva condotta sociale, ambientale e/o economica.
 

Leggi lo studio Il valore della filiera AD&S in Italia