Convocazione Assemblea degli Azionisti, Relazione sulla Remunerazione e Piano di Incentivazione a Lungo Termine

Convocazione Assemblea degli Azionisti, Relazione sulla Remunerazione e Piano di Incentivazione a Lungo Termine
Il Consiglio di Amministrazione di Leonardo, riunitosi oggi sotto la presidenza di Gianni De Gennaro, ha deliberato sui seguenti punti:
 
Assemblea degli Azionisti e Relazione sulla Remunerazione
L’Assemblea degli Azionisti, che verrà convocata in sede Ordinaria per i giorni 10 e 15 maggio 2018 (rispettivamente in prima e seconda convocazione), sarà chiamata a deliberare
  • sull’approvazione del Bilancio di esercizio al 31 dicembre 2017
  • in ordine alla nomina del Collegio Sindacale per il triennio 2018-2020
  • in ordine all’integrazione, su proposta motivata del Collegio Sindacale, dei corrispettivi della Società di revisione KPMG S.p.A.
 
L’Assemblea sarà inoltre chiamata ad esprimersi con deliberazione non vincolante sulla prima sezione della Relazione sulla Remunerazione redatta ai sensi dell’art. 123-ter del TUF, approvata dall’odierno Consiglio.
 
Piano di Incentivazione a Lungo Termine
Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato di sottoporre all’Assemblea degli Azionisti, ai sensi dell’art. 114-bis del D.Lgs. n. 58/1998, la proposta di approvazione del Piano di incentivazione a Lungo Termine per il management del Gruppo Leonardo. Il Piano, che conferma la volontà della Società di continuare ad utilizzare uno strumento di incentivazione del management al raggiungimento degli obiettivi di medio e lungo termine definiti nel Piano Industriale del Gruppo, nonché la volontà di garantire un miglior allineamento della remunerazione del management con la creazione di valore per gli azionisti, è destinato a una popolazione di manager chiave identificati in via prioritaria secondo un criterio che selezioni le posizioni di maggiore impatto sul business del Gruppo. L’incentivo è basato su una componente monetaria e una espressa in azioni ordinarie Leonardo, in diversa proporzione tra azioni e denaro a seconda dei livelli manageriali coinvolti. Il sistema è articolato su cicli triennali ricorrenti che decorreranno da ciascuno degli esercizi 2018, 2019 e 2020; il conseguimento degli obiettivi cui è legato l’incentivo sarà verificato alla fine di ciascun triennio.
Per una dettagliata descrizione del Piano si rinvia ai contenuti del Documento informativo, redatto ai sensi dell’art. 114-bis del TUF e dell’art. 84-bis del Regolamento Emittenti, che verrà pubblicato nei termini di legge.
Roma 27/03/2018 19:56