Velivoli

Customer Support

 

Le attività della Divisione Velivoli di Leonardo comprendono progettazione, sviluppo, produzione, supporto logistico di aerei da addestramento e relativi sistemi integrati per la formazione di piloti e personale di terra, velivoli militari da difesa e trasporto tattico, aerei multi-ruolo per missioni speciali, aerei da trasporto regionale, sistemi a pilotaggio remoto, nonché la produzione di gondole motore.

 

La Divisione Velivoli dal primo gennaio 2016 ha assorbito parte delle attività di Alenia Aermacchi.

SISTEMA DI ADDESTRAMENTO INTEGRATO

Leader mondiale nel settore degli addestratori, la produzione della Divisione Velivoli, comprende diversi velivoli che coprono l’intero percorso addestrativo, dalla selezione iniziale con l’SF-260, alla fase basica avanzata con il nuovo M-345 HET, fino a quella avanzata con l’M-346. Grazie a questa gamma unica è possibile costruire percorsi su misura per gli allievi piloti di ogni forza aerea.

 

Alle avanzate piattaforme si affianca un completo Ground Based Training System (GBTS), perfettamente integrato e in grado di assicurare sia una elevata qualità nell’addestramento sia forti efficienze gestionali. Piattaforme e sistemi permettono di offrire ai clienti di tutto il mondo una soluzione addestrativa “chiavi in mano” in grado di garantire il massimo standard qualitativo in ogni fase della formazione.

TRASPORTO TATTICO E MISSIONI SPECIALI

Una presenza industriale consolidata nel settore dei velivoli da difesa ha consentito alla Divisione Velivoli di produrre prodotti sempre più avanzati,  leader nella propria categoria: il velivolo da trasporto tattico C-27J, con le sue versioni per missioni speciali, tra le quali il recente MC-27J e la variante SAR, gli ATR 42/72 MP (Maritime Patrol) e l’ATR 72 ASW (Anti-Submarine Warfare).

 

Nel campo del trasporto tattico, la Divisione vanta oltre mezzo secolo d’esperienza con piattaforme versatili, in grado di coniugare la flessibilità operativa alla robustezza necessaria per svolgere compiti pienamente militari. Nessun velivolo derivato da progetti e criteri civili può offrire le stesse caratteristiche del C-27J Spartan, un multi-ruolo in grado di svolgere  anche compiti di sorveglianza, pattugliamento, soccorso e d’appoggio alle forze speciali. Tutte le versioni hanno la capacità di operare da piste corte, semi preparate e in condizioni ambientali difficili. Per il C-27J la Divisione offre un’ampia gamma di servizi di supporto e addestramento, compresi i simulatori.

 

L’MC-27J Praetorian è un velivolo multi-missione, capace di svolgere operazioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione e missioni di appoggio tattico a supporto delle forze speciali, coprendo una vasta gamma di compiti specifici, senza rinunciare alla capacità di trasporto tattico, grazie alla pallettizzazione del sistema di missione, che ne consente l’imbarco e lo sbarco dall’aereo in poche ore di lavoro. Sensori, sistemi di comunicazione e d’arma sono già disponibili e collaudati, consentendo di ridurre i rischi e i costi di sviluppo.

 

Da anni tra le produzioni della Divisione, i velivoli dotati di sistemi per missioni speciali sono dedicati alla sorveglianza, al pattugliamento marittimo e alla lotta antisommergibili. In particolare, l’ATR 42/72 MP (Maritime Patrol) e l’ATR 72 ASW (Anti Submarine Warfare) sono caratterizzati da un elevato rapporto costo/efficacia, ottenuto abbinando le diffuse piattaforme della famiglia ATR 42 e 72 al sistema operativo ATOS , realizzato dalla Divisione Sistemi Avionici e Spaziali, e da un’ampia gamma di sensori specifici per le missioni di ricerca sul mare.

COLLABORAZIONI INTERNAZIONALI

In ambito internazionale, la partecipazione sin dagli anni ‘70 ai principali programmi europei nel campo dei velivoli militari e civili è senza dubbio un patrimonio tecnologico e di competenze di grande valore. E’ una tradizione che comprende velivoli come i Tornado e gli Eurofighter Typhoon, programmi binazionali come l’AMX e, più recentemente, il velivolo nEUROn - il dimostratore tecnologico europeo per un velivolo a pilotaggio remoto - e il programma statunitense F-35 Lightning II, per il quale la Divisione gestisce una linea di montaggio finale e costruisce cassoni alari completi. Le collaborazioni internazionali includono anche il velivolo da trasporto regionale ATR.


L’Eurofighter Typhoon, il caccia multiruolo più avanzato oggi disponibile sul mercato mondiale, realizzato in collaborazione con BAE Systems e Airbus Group, nasce dalla collaborazione tra Italia, Regno Unito, Germania e Spagna. L’azienda detiene una quota che corrisponde al 36% del valore del programma, se si considerano anche l’avionica e i sistemi. La linea di assemblaggio finale degli Eurofighter italiani e di quelli export di competenza della Divisione si trova presso gli stabilimenti di Caselle (Torino). Oltre ai quattro Paesi partner, che ne hanno ordinati fino ad oggi 472 esemplari, i clienti internazionali comprendono Arabia Saudita, Austria e Oman e Kuwait, che portano così a 599 il numero complessivo degli Eurofighter Typhoon ordinati.


Nell’ambito del programma F-35, selezionato dalla Marina Militare e dall’Aeronautica Militare italiane per l’ammodernamento delle proprie linee tattiche, la Divisione gestisce la FACO (Final Assembly and Check-Out) di Cameri (Novara) dalla quale usciranno gli esemplari italiani e parte di quelli ordinati dall’Olanda. In una seconda fase Cameri diventerà il centro di supporto per gli F-35 basati nell’area europea e mediterranea.


Con oltre 1.500 aerei venduti a più di 200 operatori in 90 Paesi del mondo, la famiglia ATR, realizzata in partnership paritetica con Airbus Group, è il maggior successo commerciale nel mercato mondiale dei bimotori turboelica regionali. La versione più recente in produzione, il modello 600, è caratterizzata da avionica digitale, nuovi interni confortevoli e costi operativi ridotti.


Un ruolo di rilievo è svolto dalla Divisione anche nel programma nEUROn, dove l’Italia è il secondo maggior partecipante al progetto, con una quota del 22%. La nostra Azienda, in particolare, è capocommessa nazionale, con la responsabilità della stiva automatizzata per i carichi, sistemi elettrici e vari sottosistemi.

DIMOSTRATORI TECNOLOGICI

Sempre nel settore degli UAS (Unmanned Aerial Systems), la Divisione Velivoli ha sviluppato competenze e tecnologie grazie alla realizzazione di propri dimostratori tecnologici, quali lo Sky-X e lo Sky-Y.


Attraverso quest’ultimo, la Divisione partecipa a programmi di ricerca nazionali (SMAT) ed europei, come il MIDCAS, dove lo Sky-Y viene utilizzato come dimostratore in volo del sistema di separazione automatica Sense & Avoid, tramite il quale i velivoli a pilotaggio remoto potranno volare negli stessi spazi aerei dei velivoli tradizionali.

GONDOLE MOTORE

La Divisione Velivoli è inoltre, da molti anni, un importante produttore di gondole motore destinate ai grandi aerei di linea Airbus e Boeing, ai regionali Embraer, Sukhoi Superjet 100 e ARJ e agli executive Falcon di Dassault.

 

0