Spazio

 

Leonardo partecipa ai più importanti programmi spaziali internazionali attraverso le due joint venture costituite nel 2007 con la società Thales, Telespazio (67% Leonardo e 33% Thales) e Thales Alenia Space (67% Thales e 33% Leonardo), nonché con le attività della Divisione Sistemi Avionici e Spaziali.


Leonardo presenta un’offerta completa, che va dalla manifattura di satelliti e strutture orbitanti sino alla gestione dei servizi satellitari e alla produzione di una vasta gamma di strumenti, sottosistemi e sensori ad alta tecnologia. I prodotti e i sistemi sono impiegati in numerosi settori di attività, come osservazione della Terra, telerilevamento di fenomeni atmosferici ed ecosistemi, esplorazione planetaria, missioni di navigazione, di telecomunicazioni, di esplorazione del cosmo ed esperimenti in orbita.


Attraverso la Divisione Sistemi Avionici e Spaziali, Leonardo fornisce inoltre un’ampia gamma di strumenti, sottosistemi, sensori e prodotti high-tech per missioni di osservazione della Terra, esplorazione del cosmo, navigazione e telecomunicazione. La Divisione è uno dei principali operatori a livello europeo e internazionale con un’offerta che include sistemi ottici, sistemi di tracciamento, dispositivi di radiofrequenza, pannelli fotovoltaici, sistemi di distribuzione e controllo energetico e bracci robotici.


Leonardo ha anche una partecipazione minoritaria in Avio, leader nel settore dei lanciatori spaziali, nella propulsione ed esplorazione spaziale.

TELESPAZIO

Telespazio, joint venture tra Leonardo (67%) e Thales (33%), è tra i principali operatori al mondo nel campo dei servizi satellitari e forma con Thales Alenia Spazio la "Space Alliance". L’azienda può contare su una rete internazionale di centri spaziali e teleporti e opera in tutto il mondo attraverso numerose società controllate e joint venture.


Telespazio è all’avanguardia in settori di sempre maggiore utilità nella vita di istituzioni, aziende e consumatori: dalla progettazione e sviluppo di sistemi spaziali, alla gestione dei servizi di lancio e al controllo in orbita dei satelliti; dai servizi di osservazione della Terra, comunicazioni integrate, navigazione e localizzazione satellitare, fino ai programmi scientifici.


L’azienda copre oggi tutta la catena del valore del mercato spaziale, grazie alle sue attività che comprendono sistemi e applicazioni satellitari, operazioni satellitari, geoinformazione, reti e connettività.

Telespazio si avvale di un patrimonio di esperienza di altissimo livello, che nasce dalle competenze tecnologiche acquisite in oltre 50 anni di attività, dalla gestione di infrastrutture spaziali - tra cui il Centro Spaziale del Fucino, il più grande teleporto al mondo per usi civili - e dalla partecipazione a importanti programmi spaziali: ExoMars, Galileo, EGNOS, Copernicus, COSMO-SkyMed, SICRAL e ATHENA-FIDUS.

THALES ALENIA SPACE

Thales Alenia Space, leader europeo per i sistemi satellitari e all'avanguardia per le infrastrutture orbitanti, è una joint venture tra Thales (67%) e Leonardo (33%) e forma con Telespazio la "Space Alliance". Thales Alenia Space rappresenta un punto di riferimento mondiale per lo sviluppo nel settore spaziale: dalla navigazione alle telecomunicazioni, dalla meteorologia al controllo ambientale, dalla difesa alla scienza e all’esplorazione dell’Universo.

 

Thales Alenia Space riveste, da oltre 40 anni, una posizione centrale nel campo delle maggiori tecnologie satellitari ad alta prestazione sia nel settore civile sia nella difesa. L'azienda è protagonista industriale in programmi ambientali come Copernicus, di navigazione satellitare - EGNOS e Galileo - e di difesa e sicurezza  - Syracuse, SICRAL 1 e 2ATHENA-FIDUS e COSMO-SkyMed.
Thales Alenia Space è anche leader nei programmi scientifici europei ed internazionali, con un ruolo di primo piano in missioni quali ExoMars, Rosetta, Herschel & Planck , Euclid e BepiColombo.

 

Fondamentale è inoltre il contributo di Thales Alenia Space nel campo delle infrastrutture spaziali, offerto allo sviluppo della Stazione Spaziale Internazionale. L’azienda ha infatti fornito più della metà del volume abitabile della Stazione Spaziale Internazionale inclusi i Nodi 2 e 3, i moduli logistici pressurizzati MPLM (Multipurpose Pressurized Logistics Modules), la Cupola e la struttura del laboratorio Columbus, nonché gli Integrated Cargo Carrier (ICC) per il veicolo ATV che trasportano i rifornimenti alla Stazione Spaziale. Realizza inoltre i moduli cargo pressurizzati per la navetta di rifornimento Cygnus ed è prime contractor per i dimostratori di rientro dell'ESA, IXV ed Expert. Partecipa inoltre alla realizzazione del modulo di servizio europeo di Orion, il nuovo veicolo della NASA per l'esplorazione dello spazio con equipaggio umano.

 

0