Sistemi Avionici e Spaziali

 

La Divisione Sistemi Avionici e Spaziali progetta, sviluppa e produce una vasta gamma di soluzioni per piattaforme aeree che includono sistemi integrati di missione, radar e sensori, sistemi di guerra elettronica, avionica di bordo, bersagli aerei e sistemi di simulazione. La Divisione realizza anche velivoli a pilotaggio remoto con sistemi completi e la possibilità di contratti full service. L’offerta divisionale comprende anche sistemi spaziali che, oltre ai sensori e ai payload di missione, includono sistemi robotici avanzati.


La Divisione fornisce inoltre ai clienti soluzioni per ricognizione, sorveglianza, acquisizione degli obiettivi e riconoscimento ISTAR (Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance), basate su architetture integrate e “agnostiche”, cioè in grado di operare su qualunque piattaforma al fine di garantire una costante consapevolezza a livello tattico e l’interoperabilità con altri ambiti di operazione.


La Divisione Sistemi Avionici e Spaziali dal primo gennaio 2016 ha assorbito parte delle attività di Selex ES.

 

Sistemi Avionici e CNI

Leader europeo da oltre quarant’anni nel settore dell’avionica militare, la Divisione Sistemi Avionici e Spaziali produce e integra sistemi di Comunicazione, Navigazione e Identificazione (CNI), sviluppa tecnologie di interfaccia uomo-macchina da impiegare su piattaforme ad ala fissa e rotante, nonché una gamma molto ampia di equipaggiamenti avionici. 


Tutti i sistemi sono in grado di fornire soluzioni operative scalabili e modulari. L’offerta è completata da pannelli di controllo e display, realizzati dalla società controllata Sirio Panel. Le capacità avioniche sono disponibili anche per il settore aereo commerciale.

RADAR E SENSORI

I radar sono tra i prodotti di punta della Divisione Sistemi Avionici e Spaziali che li sviluppa e realizza sia per applicazioni di sorveglianza sia per il controllo del tiro. Nel settore dei radar, avanzate capacità di sorveglianza sono garantite dalla famiglia dei radar Seaspray multimodo, basati su tecnologia AESA (Active Electronically Scanned Array) e dai radar della famiglia Gabbiano, che utilizzano un’avanzata tecnologia a scansione meccanica dell’antenna.


Estremamente efficaci in ogni condizione meteo per il monitoraggio terrestre, marittimo e costiero, i radar della Divisione sono altamente flessibili e modulari e possono essere integrati, sia nei velivoli pilotati ad ala fissa e ad ala rotante, sia in quelli a pilotaggio remoto. Anche il Picosar, radar compatto e leggero basato su tecnologia AESA, può offrire prestazioni necessarie alla mappatura del terreno e alle relative immagini ad alta risoluzione. Il portafoglio dei radar per il controllo del tiro della Divisione include i tradizionali radar a scansione meccanica, come il Grifo, che ha superato i 400 esemplari venduti nel mondo, e quelli di nuova generazione a scansione elettronica del fascio, realizzati con tecnologia AESA e che includono il Captor-E, il nuovo radar per gli Eurofighter Typhoon. La Divisione fornisce complessivamente oltre il 60% dell’avionica di bordo del caccia europeo.

 

Grazie alle consolidate competenze nelle tecnologie elettro-ottiche e all’infrarosso, la Divisione vanta inoltre una leadership mondiale nel settore, con soluzioni all’avanguardia e a costi contenuti. I sistemi a lungo raggio per la ricerca e il tracciamento, come l’IRST (Infra-red Search and Track) che viene prodotto da oltre 40 anni ed equipaggia anche il Typhoon, i telemetri e i puntatori laser, sono progettati per rafforzare ogni piattaforma aerea: offrono infatti ai piloti uno scenario operativo completo e la capacità di localizzare e identificare accuratamente i bersagli.


Tecnologie avanzate vengono utilizzate per lo sviluppo e la produzione di contromisure elettroniche e di auto protezione. Le linee di prodotto includono i DAS (Defensive Aid Systems), progettati per l’utilizzo in ambienti operativi con numerose e diverse minacce e una vasta gamma di prodotti di guerra elettronica, sia passivi che attivi.

SISTEMI A PILOTAGGIO REMOTO

La Divisione Sistemi Avionici e Spaziali è l’unica realtà, in ambito europeo, in grado di fornire soluzioni a pilotaggio remoto per missioni ISTAR (Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance): dalla piattaforma, ai sensori, dal sistema di missione all’addestramento e al controllo a terra.

 

Il Falco rappresenta il sistema di punta dell’offerta. La piattaforma a pilotaggio remoto, in uso presso cinque diversi clienti internazionali - tra cui l’ONU - per il monitoraggio del territorio, garantisce una permanenza in volo fino a 14 ore ed è in grado di trasmettere dati per un raggio fino a 200 chilometri. Grazie ai radar integrati nel Falco, principalmente i Gabbiano e Picosar, realizzati dalla Divisione, il sistema è in grado di garantire missioni di sorveglianza, sicurezza, monitoraggio del territorio e dei confini, così come di prevenzione dei rischi ambientali, anche in caso di emergenze naturali.

SISTEMI DI MISSIONE

Un ulteriore contributo alle capacità di sorveglianza e monitoraggio è fornito dalla Divisione Sistemi Avionici e Spaziali attraverso i sistemi di missione che contribuiscono ad una completa consapevolezza dello scenario. Questi sistemi integrano dati e immagini rilevati da diversi sensori, correlandoli con i dati di volo e le mappe digitali per individuare, localizzare, classificare e inseguire obiettivi marittimi e terrestri, come nel caso del sistema di missione aerotrasportato ATOS (Airborne Tactical Observation & Surveillance) per le piattaforme aeree pilotate.


Il sistema equipaggia 12 diverse tipologie di velivoli, fra cui l’ATR 42 e il 72, Beechcraft 350, Dash-8 e altri aerei. Le stesse capacità operative vengono messe a disposizione per le piattaforme a pilotaggio remoto che utilizzano il sistema skyISTAR, sviluppato dalla Divisione, che include una stazione a terra e un sistema installato a bordo dei velivoli a pilotaggio remoto e consente un efficace un controllo e la sorveglianza di vaste aree o mirate. SkyISTAR è in particolare utilizzato per il velivolo di Piaggio Aerospace P.1HH a pilotaggio remoto.


L’offerta della Divisione è completata dalla progettazione e dallo sviluppo di simulatori e addestratori di missione che consentono di addestrare gli operatori in ambienti che replicano le più complesse e impegnative minacce aeree.

ATTIVITÀ SPAZIALI 

La Divisione Sistemi Avionici e Spaziali è tra i principali operatori a livello europeo e internazionale nel settore spaziale, grazie alla sua vasta gamma di strumenti, sottosistemi, sensori e prodotti ad alta tecnologia per l’osservazione della Terra, l’esplorazione planetaria, le missioni di navigazione e di telecomunicazioni.


Con i primi strumenti forniti negli anni ‘60, la Divisione occupa una posizione di prestigio nel mercato spaziale. Da allora ha progettato e prodotto strumentazione qualificata per attività spaziali realizzando sistemi ottici, sensori di assetto, apparati in radio frequenza, pannelli fotovoltaici, sistemi di distribuzione e controllo di potenza, bracci robotici. Attualmente, i prodotti sono impiegati a bordo delle più importanti missioni spaziali europee come Rosetta, ExoMars, Galileo, Copernicus, COSMO-SkyMed, METOP, MeteoSat Third Generation, nonché nell’ambito di altre missioni dell’Agenzia Spaziale Europea, della NASA e di altri clienti internazionali

0