Premio Innovazione Leonardo 2017

Vincitori Categoria Dipendenti

CATEGORIA INNOVAZIONE INCREMENTALE

Giacomo Bacchiega (Divisione Elicotteri)

Unloader relief thermal valve, two stage protection (URTV)

L'ambito di sviluppo di un nuovo prodotto come l'AW609, ha permesso di concepire una nuova generazione di valvole di sicurezza, in grado di svolgere il  ruolo di regolazione automatica della pressione idraulica, tenendo conto anche della temperatura del fluido. Questa soluzione permette di ridurre il numero di componenti preposti a svolgere entrambe le funzioni con effetti benefici su complessità e peso del sistema. Della nuova architettura potranno beneficiare tutte le linee prodotto ad ala rotante.

 

 
 

CATEGORIA INNOVAZIONE RADICALE

Luigi Pisu in team con Massimo Avalle e Gianni Iagulli (Divisione Velivoli)

Velograf 

L'innovazione riguarda soluzioni per la bassa osservabilità radar basate sull'inclusione di nanostrutture in Carbonio (Grafene) in vernici o materiale composito, applicabili le prime su qualunque struttura di cui si vuole abbattere la osservabilità e le seconde come soluzioni integrate nelle aerostrutture in composito. In questa attività Leonardo ha collaborato con la Professoressa Sabrina Sarto (direttore del Dipartimento di Ingegneria Astronautica, Elettrica ed Energetica dell'Università "La Sapienza" di Roma).

 

 
 

CATEGORIA IDEA

Massimo Bertacca in team con Marco Signorini (Divisione Sistemi di Difesa)

PattErn Recognition SystEm for Underwater targetS (PERSEUS)

Oggetto dell'innovazione è un sistema di riconoscimento automatico di bersagli subacquei per sistemi sonar passivi. La soluzione utilizza moderni algoritmi di audio "fingerprinting" e di "speech recognition", nonché tecniche di "decision making" di tipo Bayesiano. L'innovazione consente, tra l'altro, il riconoscimento automatico dei bersagli sonar in tempo reale, discriminando due o più bersagli sullo stesso segnale acquisito.

 

 
 

MIGLIOR BREVETTO

Tony Kinghorn e Robert Longmuir Sinclair (Divisione Sistemi Avionici e Spaziali)

Radar Surveillance Systems

La soluzione brevettata è incorporata con successo nella famiglia di radar SeaSpray e Osprey da Leonardo UK. I radar avionici di sorveglianza, grazie a questa soluzione, sono in grado di riconoscere e filtrare dalla traccia radar gli "echi" di disturbo dovuti alla superficie marina (clutter). Questa caratteristica operativa aumenta la capacità di detezione dei bersagli in superficie, ad esempio periscopi o imbarcazioni, permettendo agli aerei di sorveglianza di operare ad altitudini maggiori pur mantenendo lo stesso livello di accuratezza.

 

 

0