Le tecnologie per le comunicazioni sicure

Le tecnologie per le comunicazioni sicure

Leonardo vanta oltre un secolo di esperienza nel campo delle comunicazioni per la Difesa e la Sicurezza.  La società ha progettato e realizzato sistemi di comunicazione sicure utilizzati in oltre 50 Paesi nel mondo per proteggere città, infrastrutture e trasporti, nonché per la gestione delle emergenze e di  importanti eventi internazionali, quali forum inter-governativi, manifestazioni sportive tra cui i giochi olimpici e grandi esposizioni mondiali. 

 

Garantire reti integrate e sicure di comunicazioni significa per Leonardo offrire ai propri clienti una gestione delle informazioni affidabile ed efficiente in contesti complessi, come quelli che riguardano la pubblica sicurezza e i servizi di emergenza, le agenzie di protezione civile o le infrastrutture di trasporto. In questo ambito, la società ha saputo affermarsi come leader a livello internazionale nell’offerta di soluzioni basate sullo standard TETRA.  

 

Innovation stories

Technologies for our customers

 


La tecnologia TETRA


La sigla TETRA (Terrestrial Trunked Radio) rappresenta uno standard per le comunicazioni radiomobili professionali digitali sicure e protette. Sviluppato per la realizzazione di sistemi di radiocomunicazione per le forze dell’ordine, il TETRA garantisce  elevata affidabilità anche in condizioni di emergenza, di sovraccarico della rete o di guasti, nonché la possibilità di attivare un’ampia gamma di applicativi come la localizzazione automatica dei terminali e dei veicoli su cui gli stessi sono installati. Le principali caratteristiche del  TETRA sono:  la trasmissione simultanea di voce e dati, anche in maniera protetta, la possibilità di chiamate individuali, di gruppo ed in conferenza generale. Il TETRA offre un ventaglio di funzioni  molto differenti rispetto a quelle offerte dalle reti mobili pubbliche, come GSM e UMTS. Mentre le reti cellulari tradizionali in situazioni di intenso traffico tendono alla saturazione e quindi al collasso del sistema, il TETRA razionalizza il traffico voce in base a indici di priorità, permettendo  al sistema di evitare colli di bottiglia.

 

 

 

 



Dal G7 di Taormina agli Aeroporti di Roma: le applicazioni del TETRA

 

Sono molte le storie di successo delle soluzioni Leonardo basate sulla tecnologia TETRA. Nell’ambito dello sviluppo di sistemi di comunicazioni e sicurezza per la protezione di infrastrutture complesse nel corso di grandi eventi, possiamo annoverare Expo Milano 2015,  i Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014, i Giochi del Commonwealth di Glasgow 2014, il G8 dell’Aquila del 2009 e, più indietro nel tempo, le Olimpiadi invernali di Torino 2006

 

Leonardo è attualmente impegnata nella realizzazione della rete avanzata per il prossimo G7, che si svolgerà a Taormina il 26 e 27 maggio. Le Forze di sicurezza impegnate nel summit internazionale dei Capi di Stato e di Governo potranno effettuare interventi rapidi in caso di emergenza ed assicurare i più elevati standard di protezione all’area interessata dal vertice, alla popolazione e al territorio.


In particolare, le Forze di Polizia potranno fare affidamento su comunicazioni digitali cifrate e una copertura radio capillare che comprende tutto il territorio, incluse le acque costiere e lo spazio aereo. Sono previsti circa 2.000 terminali radio di ultima generazione e postazioni operatore multimediali nella sala operativa interforze, soluzioni tecnologiche capaci di offrire una gestione integrata delle informazioni e la localizzazione delle risorse sul territorio. 


Nella sala operativa per il G7 saranno disponibili anche le immagini rilevate da un imponente sistema di videosorveglianza del territorio della Regione Sicilia realizzato e gestito da Leonardo: circa 1.000 sensori, tra telecamere e lettori ottici di targhe. In occasione del vertice, l’azienda metterà inoltre a disposizione, come proprio investimento, una sofisticata sala operativa mobile che consentirà di dispiegare rapidamente comunicazioni TETRA integrate con una rete dedicata a banda larga, basata su tecnologia LTE, per la trasmissione di video in mobilità.


Sempre lo standard TETRA sarà alla base della rete di comunicazione che Leonardo realizzerà, in collaborazione con Telecom Argentina, per la città di Buenos Aires. La nuova infrastruttura sarà utilizzata dalla Policía de la Ciudad de Buenos Aires e sarà operativa entro la fine del 2017. Basata su tecnologia IP digitale, la nuova rete coprirà l’area metropolitana della capitale argentina, che si estende su una superficie di oltre 202 chilometri quadrati, integrandosi con l’infrastruttura esistente già in uso da parte della Polizia. La rete verrà inoltre utilizzata per i servizi di emergenza e sicurezza, per la metro – la più grande in America Latina con oltre un milione di passeggeri al giorno – e per altri trasporti cittadini, costituendo così un’infrastruttura multiservizio in grado di garantire comunicazioni sicure e protette. Un centro di comando e controllo verrà inoltre installato nella sede della Polizia.


Tra le altre applicazioni, il sistema radio digitale TETRA fornito da Leonardo garantisce  la sicurezza delle comunicazioni degli operatori in servizio presso l’aeroportoLeonardo da Vinci” di Roma Fiumicino. Il sistema consente lo scambio delle informazioni fra varie unità dei singoli settori operativi e il coordinamento delle operazioni, consolidando l’uso della tecnologia TETRA per le comunicazioni sicure e affidabili tra gli operatori aeroportuali di terra. Su tutta l’area interessata è stata garantita un’ampia copertura radio, sia all’interno sia all’esterno degli edifici. Ciò permette di mantenere ottime prestazioni ed elevati livelli di sicurezza anche quando, come avviene nelle situazioni di emergenza, le reti cellulari pubbliche potrebbero essere congestionate o non disponibili. 

 

 

 



Dalla tecnologia TETRA alle infrastrutture  broadband


Il crescente fabbisogno di dati e di contenuti multimediali sta determinando una maggiore esigenza di tecnologie broadband anche nell’ambito della pubblica sicurezza. In grado di fornire soluzioni 4G LTE (Long Term Evolution), sia in veste di fornitore di tecnologia sia in qualità di integratore di sistemi, Leonardo  sta attivamente partecipando all’analisi degli scenari evolutivi verso la tecnologia 5G (reti di quinta generazione). Leonardo è in grado di realizzare, mediante la piattaforma CSP (Communications Service Platform), servizi voce e multimediali professionali in modo agnostico rispetto alla rete di accesso, supportando pertanto l'evoluzione di tali servizi su reti 4G e, in futuro, 5G. 

 

Leonardo fornisce inoltre dispositivi end-user nell'ambito della pubblica sicurezza: il terminale portatile Puma T4 combina in un unico dispositivo le caratteristiche di uno smartphone multimediale con la  robustezza e la facilità d’utilizzo di un PMR (Professional Mobile Radio) portatile. Il Puma T4 è disponibile  nelle versioni TETRA, LTE e dual-mode TETRA/LTE, adattandosi efficacemente all’evolversi degli scenari della pubblica sicurezza. 
Gli organismi di settore, quali  il 3GPP  (Third Generation Partnership Project) e l’ETSI (European Telecommunications Standards Institute) stanno lavorando attivamente per standardizzare le caratteristiche necessarie all’adozione concreta dell’LTE e successive generazioni di reti broadband da parte degli enti preposti alla pubblica sicurezza, soprattutto in situazioni di emergenza.
Cresce inoltre l’interesse per la virtualizzazione di reti e  infrastrutture basate sulle piattaforme cloud. Il modello per le reti di pubblica sicurezza di domani ed il ricorso ad infrastrutture ibride pubblico/private rappresentano alcune delle  principali questioni dibattute  per le implicazioni sulla sicurezza, sul controllo e sulle economie di scala che queste comportano. 

 

Sebbene le tecnologie broadband stiano raggiungendo un buon grado di maturità, ci vorrà ancora del tempo prima che le infrastrutture e i dispositivi capaci di supportare tutte le relative caratteristiche divengano realmente disponibili. Nel frattempo, la rete della pubblica sicurezza sta evolvendo attraverso la graduale introduzione di nuove caratteristiche, ottenute combinando le attuali infrastrutture di banda stretta con le reti LTE ed in prospettiva 5G. L’integrazione tra banda stretta e banda larga è una tappa essenziale per garantire l’efficacia della rete in questo periodo di transizione. I dispositivi dual mode (banda stretta-banda larga) sono una tessera che si aggiunge al mosaico che consentirà un accesso fluido alle risorse di una rete ottimale, garantendone l’efficacia operativa.

 

 

Leonardo 15/05/2017