Telespazio in prima linea per il monitoraggio ambientale

Telespazio in prima linea per il monitoraggio ambientale

Sono stati due giorni impegnativi per Telespazio a New York, dove l'azienda si è contraddistinta per il suo ruolo di prima linea nel monitoraggio ambientale.

 

Infatti lo scorso 4 febbraio, Telespazio e Agenzia Spaziale Italiana sono intervenuti al Forum “Health oceans and seas: a way forward”, promosso dalle Nazioni Unite per avviare iniziative concrete a tutela degli oceani e dei mari anche attraverso l’uso della tecnologia. L’evento ha consentito a Telespazio e ASI di presentare a una platea di capi di stato e di governo, a istituzioni e organizzazioni internazionali, le attività di monitoraggio ambientale e le applicazioni nel campo della geoinformazione sviluppate dalla controllata e-GEOS con i dati della innovativa costellazione satellitare italiana COSMO-SkyMed.

 

Nella giornata di oggi invece Telespazio e la Repubblica di Palau, stato insulare dell’oceano Pacifico, hanno firmato un Memorandum of Understanding allo scopo di avviare una collaborazione nel settore dell’osservazione della Terra da satellite. L’intesa ha il compito di elaborare proposte per la definizione degli obiettivi di sviluppo sostenibile, tra cui quelli di salvaguardare anche gli oceani e i mari e mira a promuovere azioni per l’area delle piccole isole del Pacifico e la gestione delle risorse naturali.

 

L’accordo prevede lo sviluppo di attività per il monitoraggio ambientale del territorio e del mare, con particolare attenzione agli effetti del climate change, la gestione delle emergenze causate da fenomeni climatici estremi, la sorveglianza marittima per garantire il rispetto delle attività di pesca attraverso la promozione e il trasferimento tecnologico nel campo dei servizi e delle applicazioni satellitari.

New York 05/02/2014