Thales Alenia Space contratto per i satelliti Sentinel 3C e D

Thales Alenia Space contratto per i satelliti Sentinel 3C e D

Thales Alenia Space ha firmato un contratto del valore di 450 milioni di euro con l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) per la realizzazione dei satelliti Sentinel-3C e D, dedicati al monitoraggio ambientale e oceanografico nell’ambito del programma europeo Copernicus.

 

Come per i satelliti 3A e 3B, Thales Alenia Space è stata scelta come prime contractor, responsabile della progettazione, sviluppo, integrazione e test anche dei satelliti 3C e 3D. Questi due nuovi satelliti sono compatibili con il lanciatore leggero europeo Vega, e ciascuno sarà dotato di quattro strumenti principali: due strumenti ottici: OLCI (Ocean and Land Color Instrument) dedicato al colore degli oceani, e il Radiometro di Temperatura dei Mari e della Superficie Terrestre (SLSTR); due strumenti radar: un altimetro radar a apertura sintetica (SRAL), completo di un Radiometro a Microonde (MWR), impiegati per fornire una capacità versatile alla misurazione topografica di superficie con missione primaria sugli oceani ma valida anche per i ghiacci marini, il ghiaccio, le acque terrestri e il suolo.

 

Con un lancio previsto per il 2021, i satelliti 3C e 3D rappresentano una parte integrante del vasto programma di Osservazione europeo della Terra Copernicus, gestito da ESA congiuntamente alla Commissione Europea. Copernicus intende assicurare l’indipendenza europea nell’acquisizione e nella gestione dei propri dati ambientali del pianeta, per poter fornire un supporto significativo alle autorità e ai responsabili decisionali europei.
Ciascun satellite, Sentinel-3C e 3D, peserà approssimativamente 1,2 tonnellate al lancio, e sarà posizionato ad un’orbita terrestre bassa (LEO) e a un’altitudine di 815 chilometri.

 

L’obiettivo principale della missione Sentinel-3 è l’osservazione completa degli Oceani e della Terra, compreso il loro “colore” e temperatura, oltre a una misurazione accurata dei livelli oceanici. I programmi Sentinel di ESA comprendono sei famiglie di satelliti, ciascuna dotata di particolari strumentazioni per le proprie specifiche missioni.

Sentinel-3 assicurerà continuità con i dati delle Osservazioni ottiche forniti da Envisat. Il satellite Sentinel-3A, che sarà lanciato a metà Febbraio, segna  l’inizio di questo servizio operativo, mentre il satellite Sentinel-3B, il cui lancio è previsto intorno alla metà del 2017, è attualmente in fase di integrazione nella sede di Thales Alenia Space a Cannes.

 

In questo settore l’Europa riveste un ruolo chiave e Thales Alenia Space, anche grazie al supporto del CNES, l’Agenzia Spaziale Francese e l’ ASI, l’Agenzia Spaziale Italiana riveste  un ruolo cruciale nei programmi di Osservazione della Terra.

 

Photo credits: ESA

Roma 10/02/2016