SkyISTAR: la nuova frontiera per gli UAS

SkyISTAR: la nuova frontiera per gli UAS

SkyISTAR è in grado di adattarsi ad ogni piattaforma e di soddisfare ogni requisito operativo. La prima applicazione del sistema  non è futuro ma già realtà, a bordo del  P.1HH HammerHead.

 

Una soluzione flessibile

La risposta di Selex ES a questa esigenza operativa si chiama SkyISTAR, un sistema sensoristico integrato di gestione della missione dall’architettura aperta in grado di rispondere alle diverse minacce - attacchi terroristici, immigrazione clandestina, tutela della zona economica esclusiva, delle infrastrutture e dei siti critici – e facilmente integrabile su qualsiasi velivolo.
SkyISTAR è rivolto al mercato delle piattaforme aeree di medie e piccole dimensioni, in particolare velivoli a pilotaggio remoto (UAS). Concepito per essere impiegato in missioni di intelligence, sorveglianza e riconoscimento (ISR), il sistema - che si compone di elementi avionici, terrestri e di una console operatore - analizza i dati della piattaforma e trasmette via data link le informazioni a un addetto della stazione di terra o direttamente alla rete di controllo, sfruttando al meglio le performance dei sistemi di bordo e riducendo il carico di lavoro degli operatori a terra. SkyISTAR prevede diversi livelli di autonomia, che consentono agli utenti di servirsi del flusso continuo di dati immessi nella rete (la  cosiddetta “sorveglianza persistente”) secondo le proprie necessità, per ottenere le informazioni giuste al momento giusto.
 

Un sistema, infinite possibilità

Quello che sembra un semplice slogan racchiude in realtà l’essenza di SkyISTAR che offre  un sistema di missione ISR scalabile e configurabile per una vasta gamma di piattaforme, informazioni di missione integrate tra sensori tecnologicamente all’avanguardia, realizzati per vari requisiti di missione (radar, sistemi di protezione, sistemi a radio frequenza, sistemi elettro-ottici, laser, COMINT - Communications Intelligence, ELINT - ELectronic signals INTelligence).
Per SkyISTAR  è prevista una strategia di sviluppo a spirale, a quattro fasi, che permette la produzione e il collaudo di prototipi intermedi, eventualmente modificabili, qualora lo richieda il mercato.
 

A bordo dell’Hammerhead

La prima applicazione del sistema è a bordo del P.1HH HammerHead, il nuovo velivolo a pilotaggio remoto frutto di una collaborazione tra Piaggio Aerospace e Selex Es, che realizzerà il sistema di controllo del volo e di missione. Il cliente di lancio dell’Hammerhead è l’Aeronautica Militare italiana che, nel 2015, ha ufficializzato l’acquisto di tre sistemi P.1HH (più tre opzioni) in configurazione ISR (Intelligence, Surveillance and Reconnaissance), la cui consegna è prevista entro il primo semestre 2016.

 

SKYISTAR…in breve
• Architettura aperta e “orientata ai servizi”
• Facilità di riconfigurazione
• Livelli di autonomia selezionabili
• Sorveglianza persistente
• Interoperabilità

 

Roma 15/07/2015