Arrivato a Kourou il satellite Sicral 2

Arrivato a Kourou il satellite Sicral 2

È giunto alla base di lancio di Kourou, in Guyana francese, il satellite per telecomunicazioni SICRAL 2, sviluppato per il Ministero della Difesa italiana e per la Direzione Generale degli Armamenti francese (DGA), nel quale Finmeccanica sta svolgendo in ruolo di primo piano attraverso le aziende appartenenti alla Space Alliance, Thales Alenia Space e Telespazio.

 

Sviluppato negli Stabilimenti Thales Alenia Space di Roma, L’Aquila, Cannes e Tolosa, il satellite, è stato integrato negli stabilimenti di Roma e Torino di Thales Alenia Space, ed ha successivamente effettuato tutte le prove ambientali presso il sito francese di Cannes. Prima della sua messa in orbita, il prossimo 15 aprile con un vettore Ariane 5, il satellite sarà sottoposto ai test e alle finalizzazioni pre-lancio presso la base di Kourou.

 

SICRAL 2 rappresenta un tassello fondamentale ed essenziale per la cooperazione italo-francese nel settore della Difesa e costituisce un sistema spaziale all’avanguardia dal punto di vista tecnologico, in grado di potenziare la capacità di comunicazioni satellitari militari già offerte dai satelliti nazionali SICRAL 1 e SICRAL 1B per l’Italia e dal sistema francese Syracuse.

 

SICRAL 2 è un programma di cooperazione dei Ministeri della Difesa italiana e francese, con una partecipazione finanziaria  rispettivamente del 62% e del 38%, nell’ambito di un Accordo Quadro più ampio tra i due Paesi, che coinvolge anche le rispettive Agenzie Spaziali ed ha portato nel recente passato al lancio del satellite duale per comunicazioni a banda larga Athena Fidus.

 

Il satellite SICRAL 2 è caratterizzato da una massa di 4360Kg ed una potenza di 7KW; sono imbarcati due payload italiani in banda SHF e UHF, un payload francese in banda SHF, un payload per la ricezione dei telecomandi e la trasmissione delle telemetrie con protezione “spread spectrum”.

 

Thales Alenia Space, joint venture tra Thales (67%) e Finmeccanica (33%) è il principale partner industriale del Ministero della Difesa nello sviluppo del programma. In continuità con il ruolo ricoperto nelle precedenti missioni, SICRAL 1 e SICRAL 1B, l’Azienda ha avuto la responsabilità del segmento spaziale, l’architettura di sistema del segmento di Terra, con lo sviluppo del centro di  controllo della missione e delle comunicazioni. Telespazio, joint venture tra Finmeccanica (67%) e Thales (33%) ha partecipato agli sviluppi del “Ground Segment” curando le fasi di progettazione, realizzazione, integrazione e collaudo del Centro di Controllo satellite a Vigna di Valle e del Fucino.

 

Telespazio in particolare, ha partecipato attivamente alla realizzazione di SICRAL 2 finanziandone una quota dei costi di sviluppo e ricevendo in cambio l’utilizzo di parte della capacità trasmissiva del satellite, che le permetterà di offrire servizi di comunicazioni alle Difese dei Paesi membri della NATO.

 

La società gestirà anche il servizio di lancio del satellite  dallo Spazioporto europeo di Kourou, e le fasi LEOP (Launch and Early Orbit Phase) e IOT (In Orbit Test) dal Centro Spaziale del Fucino.

 

Il Sistema SICRAL 2 potenzierà le telecomunicazioni satellitari di tipo strategico e tattico della Difesa italiana e francese, garantendo l’interoperabilità con gli esistenti asset satellitari, con i terminali di traffico delle Nazioni Alleate (NATO) e con le esistenti reti di telecomunicazioni nazionali.

 

 

Roma 05/03/2015