In buone mani

In buone mani

Sicurezza dei grandi eventi? Ci pensa Selex ES! Grazie alla propria pluriennale esperienza nel settore, l’azienda contribuisce fattivamente al successo dei grandi eventi sviluppando e gestendo soluzioni non invasive per la sicurezza dei partecipanti, degli operatori e del territorio in cui si svolgono e supportando gli enti organizzatori in ogni fase, fino all’installazione e all’assistenza durante e post-evento. Che si tratti di una conferenza oppure di una manifestazione internazionale geograficamente estesa, Selex ES propone un’offerta completa e su misura, concepita per garantirne la protezione totale. Progettate a partire dall’analisi del rischio e delle strutture esistenti, anche in ottica di sostenibilità, le soluzioni fornite sono in grado d’integrare tutte le componenti e i sistemi e d’inserirsi dinamicamente nell’organizzazione generale.

 

Sono numerosi i grandi eventi che si sono affidati a Selex ES per la loro sicurezza: le Olimpiadi invernali di Torino 2006, ad esempio, per le quali l’azienda ha sviluppato un sistema di videosorveglianza e una rete radio di telecomunicazioni professionali a standard TETRA; oppure i campionati mondiali di ciclismo disputati a Firenze nel 2013, anch’essi giovatisi di una rete TETRA per le comunicazioni sicure così come i recenti Giochi Olimpici invernali svoltisi in Russia a Sochi. Selex ES è stata inoltre scelta come fornitore dei sistemi di sicurezza perimetrale per le oltre venti sedi che ospiteranno i Giochi del Commonwealth di Glasgow 2014, inclusi i villaggi degli atleti, nonché come partner tecnologico di Expo Milano 2015.

 

Per l’Esposizione Universale in programma nel capoluogo lombardo, la società di Finmeccanica metterà a disposizione la propria competenza e le migliori tecnologie per la gestione dell’evento e la protezione di visitatori e operatori. In particolare, Selex ES garantirà la sicurezza della manifestazione proponendo il proprio modello per le smart city del futuro. Il progetto prevede lo sviluppo, la realizzazione e la messa in esercizio di un centro operativo (il Main Operations Centre) in grado di monitorare e supervisionare l’evento, di un vasto insieme di sotto-sistemi di “campo” dedicati alla sicurezza e di un sistema evoluto di comunicazioni per gli operatori professionali.

 

Roma 06/03/2014