Finmeccanica e IBM insieme nella lotta contro la criminalità cibernetica

Finmeccanica e IBM insieme nella lotta contro la criminalità cibernetica

La sicurezza informatica rappresenta ad oggi un punto cruciale,  a livello pubblico e privato, per lo sviluppo di ogni di tipo di attività che voglia mantenersi al riparo da insidiose intrusioni in grado di nuocere all’integrità e alla riservatezza dei dati. Laddove l’80% dei cyber-attacchi proviene attualmente da una criminalità informatica organizzata e professionale, resta invece ancora poco diffusa la  consapevolezza dei rischi legati alla vulnerabilità del patrimonio delle informazioni.  Proteggere tale patrimonio costituisce dunque una priorità per Paesi e singole organizzazioni, specie se impegnate in un processo di trasformazione digitale come, appunto, nel caso dell’Italia.

 

Per far fronte a questo genere di pericoli Finmeccanica - Selex ES e IBM daranno vita ad un “Centro di Competenza virtuale” per la Cyber Security, un progetto che prevede l’offerta integrata delle migliori capacità dei due gruppi nella lotta alla criminalità informatica.

 

Il “Centro di competenza” di Selex ES e IBM proporrà a organizzazioni pubbliche e private soluzioni per la difesa delle infrastrutture informatiche e dell’Intellectual Property, due fattori fondamentali per la competitività del sistema-Paese, assicurando la qualità e la continuità dei servizi destinati a cittadini e imprese.

 

IBM apporterà al “Centro di Competenza” virtuale l’esperienza del gruppo di ricerca internazionale X-Force, che fornisce le conoscenze e le raccomandazioni per prevenire, rilevare e rispondere alle minacce emergenti. Il Centro potrà inoltre far leva su X-Force Exchange, la piattaforma aperta IBM, la quale mette a disposizione delle aziende pubbliche e private le informazioni relative alle minacce, con l’obiettivo di promuovere la collaborazione per la protezione dai rischi informatici.

 

Selex ES, a sua volta, metterà a disposizione le competenze sviluppate su scala internazionale per clienti quali la NATO ed alcuni Ministeri sia italiani sia del Regno Unito, nonché il know-how nella prevenzione e gestione operativa della Cyber Security, sviluppato nei Security Operation Center e nel Centro italiano di Supercalcolo di Chieti specializzato nella “Open Source Intelligence”.

 

IBM e Selex ES intendono, in definitiva, avvalersi delle esperienze nella progettazione e nella realizzazione di Security Operation Center, nonché delle rispettive capacità di Cyber Threat Intelligence che permettono di anticipare le minacce, segnalando per tempo le vulnerabilità e le possibili azioni criminose.

 

Le due Aziende faranno leva su competenze maturate grazie a importanti investimenti, su una costante attività di ricerca, sulla disponibilità di esperti che quotidianamente applicano il proprio know-how a progetti in ogni area geografica e su asset proprietari fondamentali per la gestione tempestiva di attacchi informatici.

 

Roma 09/06/2015