Leonardo-Finmeccanica accoglie con soddisfazione l'accordo per la fornitura di sette nuove navi al Qatar

Leonardo-Finmeccanica accoglie con soddisfazione l'accordo per la fornitura di sette nuove navi al Qatar
  • Fincantieri, in qualità di prime contractor, costruirà le sette navi destinate alla Qatar Emiri Naval Forces. Leonardo avrà la responsabilità della fornitura integrata del sistema di combattimento
  • Leonardo si conferma player di riferimento nel settore navale dopo i recenti contratti con Italia e Bahrain
  • La società è un partner storico del Paese, a cui ha già fornito sistemi per il controllo del traffico aereo, sistemi di difesa marittima ed elicotteri civili e militari

 

Nell’ambito dell’accordo tra i governi italiano e qatarino per il piano di ammodernamento della Marina militare del Qatar, Leonardo-Finmeccanica fornirà a Fincantieri sistemi e sensori navali di ultima generazione per le 7 nuove navi destinate alla Qatar Emiri Naval Forces. Le 7 unità - di cui 4 corvette, 1 Landing Platform Deck e 2 Off-shore Patrol Vessel - saranno impiegate per compiti di sorveglianza e pattugliamento marittimo nelle acque territoriali e nella zona economica esclusiva.

 

Mauro Moretti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Leonardo-Finmeccanica, ha dichiarato: “Il grado di eccellenza raggiunto della nostra offerta ha registrato un ulteriore importante successo che assume una duplice valenza. Da un lato è colto in un’area geografica dal fondamentale valore strategico, in termini di opportunità di business e dello sviluppo di collaborazioni; dall’altro rafforza il nostro posizionamento sui mercati internazionali confermando come i clienti comprendano il valore delle nostre proposte tecnologiche nel settore navale. L’accordo siglato testimonia il grande impegno delle istituzioni e in particolare del Ministro della Difesa Roberta Pinotti e rafforza la collaborazione con Fincantieri, segnando una considerevole affermazione del nostro sistema Paese”.

 

Leonardo avrà la responsabilità della fornitura integrata del sistema di combattimento delle nuove unità navali, i principali radar e sensori di bordo e sottosistemi di difesa, incluso i sistemi d’arma di medio calibro da 76/62 e di piccolo calibro da 30 mm, il sistema di protezione anti-siluro, il mine avoidance sonar Thesan, e, in collaborazione con MBDA, il sistema missilistico. La fornitura comprende inoltre attività di supporto logistico integrato di lungo periodo.

 

La società collabora da oltre 20 anni con il Qatar, a cui ha fornito il sistema di controllo e gestione del traffico aereo del nuovo aeroporto internazionale di Doha, elicotteri sia per applicazioni civili sia militari, sistemi di difesa per la sicurezza delle acque territoriali. Recentemente, inoltre, è diventato esecutivo il contratto firmato nel 2015 per la fornitura alle Forze Armate del Qatar del sistema radar per la sorveglianza e la difesa aerea.

Roma 16/06/2016 19:32