Leonardo: nel primo trimestre ricavi in crescita del 4%

Leonardo: nel primo trimestre ricavi in crescita del 4%
  • In ripresa gli Elicotteri
  • Confermata la Guidance 2018 
  • Passi avanti nell’esecuzione del Piano Industriale: si rafforza la strategia commerciale con la nascita di «Leonardo International»

 

Risultati del primo trimestre in linea con le aspettative

  • Nuovi ordini pari a € 2,2 miliardi
  • Ricavi pari a € 2,5 miliardi
  • EBITA pari a € 153 milioni e Redditività (RoS) al 6,2%
  • FOCF  negativo per € 1,1 miliardi, in linea con l’usuale stagionalità
  • Indebitamento netto pari a € 3,6 miliardi
 
Alessandro Profumo, Amministratore Delegato di Leonardo, ha commentato: “I risultati del primo trimestre 2018 sono in linea con le attese e, come previsto, gli Elicotteri mostrano segnali di ripresa. Siamo focalizzati sull’esecuzione del Piano Industriale: abbiamo approvato la creazione di «Leonardo International» con l’obiettivo di rafforzare la nostra presenza sui mercati esteri, facendo leva sul modello «One Company», per garantire una presenza unitaria nei confronti dei clienti e di tutti gli stakeholders”.
 
I risultati del primo trimestre risultano sostanzialmente in linea con quelli del corrispondente periodo dell’esercizio precedente, riclassificati per tener conto dell’applicazione a partire dal 1° gennaio 2018 del nuovo principio contabile in materia di ricavi (IFRS15).
 
Nel dettaglio, i risultati del primo trimestre 2018 evidenziano:
 
  • Ordini pari a 2.164 milioni di euro, in calo del 18,2% per effetto, in particolare, dei significativi ordini acquisiti nel 2017 nell’Aeronautica per attività di supporto alla flotta dei velivoli EFA per il periodo 2017-2021
  • Portafoglio ordini pari a 33.360 milioni di euro rispetto ai 33.637 milioni di euro al 31 dicembre 2017
  • Ricavi pari a 2.451 milioni di euro, +3,8% rispetto al primo trimestre del 2017, in crescita principalmente per effetto della ripresa degli Elicotteri, il cui dato del 2017 risentiva del ridotto numero di consegne operate nel segmento civile
  • EBITA pari a 153 milioni di euro, rispetto ai 155 milioni di euro del primo trimestre 2017
  • EBIT pari a 121 milioni di euro, rispetto ai 123 milioni di euro al primo trimestre 2017
  • Risultato netto ordinario pari a 50 milioni di euro rispetto ai 49 milioni di euro del primo trimestre 2017
  • Risultato netto pari a 50 milioni di euro, uguale al risultato netto ordinario, in assenza di operazioni straordinarie
  • Free Operating Cash Flow (FOCF) negativo per 1.057 milioni di euro, in linea con la usuale tendenza del Gruppo a registrare significativi assorbimenti di cassa nei primi trimestri, mentre il dato del primo trimestre 2017 beneficiava in misura eccezionale dell’apporto del contratto EFA Kuwait, con l’incasso nel trimestre del secondo anticipo
  • Indebitamento netto di Gruppo pari a 3.595 milioni di euro, principalmente per effetto dell’assorbimento di cassa del periodo

 

Outlook
In considerazione dei risultati ottenuti nel primo trimestre del 2018 e delle aspettative per i successivi, si confermano la Guidance per l’intero anno formulate in sede di predisposizione del bilancio al 31 dicembre 2017.

 
Gruppo
(milioni di euro)
3 mesi 2018 3 mesi 2017 restated Var. ass. Var. % FY 2017 restated
Ordini 2.164 2.647 (483) (18,2%) 11.595
Portafoglio ordini 33.360 35.189 (1.829) (5,2%) 33.637
Ricavi 2.451 2.361 90 3,8% 11.734
EBITDA (*) 251 298 (47) 15,8%) 1.602
EBITA (**) 153 155 (2) (1,3%) 1.077
ROS 6,2% 6,6% (0,4) p.p.   9,2%
EBIT (***) 121 123 (2) (1,6%) 844
EBIT Margin 4,9% 5,2% (0,3) p.p.   7,2%
Risultato netto ordinario 50 49 1 2,0% 279
Risultato netto 50 49 1 2,0% 279
Indebitamento netto di Gruppo 3.595 3.254 341 10,5% 2.579
FOCF (1.057) (427) (630) (147,5%) 537
ROI 8,4% 8,5% (0,1) p.p.   15,4%
ROE 4,8% 4,6% 0,2 p.p.   6,5%
Organico 45.606 45.407 199 0,4% 45.134

 

 

(*) L’EBITDA è ottenuto depurando l’EBITA degli ammortamenti e svalutazioni della porzione del prezzo di acquisto allocato a attività immateriali nell’ambito di operazioni di business combination; costi di ristrutturazione, nell’ambito di piani definiti e rilevanti; altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibile, cioè, a eventi di particolare significatività non riconducibili all’andamento ordinario dei business di riferimento.

(**) L’EBITA è ottenuto depurando l’EBIT dai seguenti elementi: eventuali impairment dell’avviamento; ammortamenti ed eventuali impairment della porzione del prezzo di acquisto allocato a attività immateriali nell’ambito di operazioni di business combination; costi di ristrutturazione nell’ambito di piani definiti e rilevanti; altri oneri o proventi di natura non ordinaria, riferibili, cioè, a eventi di particolare significatività non riconducibili all’andamento ordinario dei business di riferimento.

(***) L’EBIT è ottenuto aggiungendo al risultato prima delle imposte e degli oneri finanziari la quota parte di competenza del Gruppo dei risultati delle JV strategiche (GIE ATR, MBDA, Thales Alenia Space e Telespazio).

 

 

Roma 08/05/2018 15:30