Finmeccanica si aggiudica il Premio Nazionale per l'Innovazione

Finmeccanica si aggiudica il Premio Nazionale per l'Innovazione
  • Il progetto selezionato nella categoria Grandi Gruppi industriali del Premio dei Premi 2015, il più prestigioso riconoscimento italiano dedicato al Made in Italy
  • Finmeccanica vince con un “Sistema di imaging acustico tridimensionale real time”
  • Il progetto vincitore sviluppato nello stabilimento di Pozzuoli della Divisione Sistemi di Difesa di Finmeccanica

 

E’ un sistema di imaging acustico tridimensionale real time il progetto vincitore del Premio Nazionale per l’Innovazione, il più prestigioso riconoscimento italiano dedicato al Made in Italy.

 

Istituito dal Governo italiano presso la Fondazione Nazionale per l’Innovazione Tecnologica COTEC, il Premio Nazionale per l’Innovazione, meglio conosciuto come “Premio dei Premi”, si pone l’obiettivo di valorizzare e sostenere le migliori capacità innovative e creative espresse in molti settori di attività: industria, design, università e ricerca, pubblica amministrazione e servizi.
Finmeccanica ha concorso nella categoria Grandi Gruppi Industriali a valenza internazionale ed è stata premiata per l’innovativo “Sistema di imaging acustico tridimensionale real time” che ha sviluppato una nuova telecamera acustica subacquea in grado di produrre in 3D l’immagine in alta risoluzione di oggetti sommersi anche a breve distanza. Il sistema, adottando fasci focalizzati di onde acustiche per illuminare la scena, è notevolmente semplificato rispetto ai sistemi più convenzionali. Il progetto è stato sviluppato dallo stabilimento di Pozzuoli (Napoli) della Divisione Sistemi di Difesa di Finmeccanica.

 

Il prestigioso premio attribuito a Finmeccanica è un’ulteriore conferma dell’eccellenza tecnologica espressa dalla società, grazie ad una politica di investimenti che ogni anno indirizza circa il 11% dei ricavi in attività di Ricerca e Sviluppo, alla capacità di collaborare e di stabilire sinergie con università, centri di ricerca e istituzioni e, infine, all’attenzione alle risorse umane in grado di produrre innovazione, con più di 13.000 ingegneri e oltre 15.000 tecnici specializzati che lavorano in Finmeccanica.

Roma 24/02/2016 19:55