Sistemi di Supporto Operativo

Sistemi di Supporto Operativo

Oltre al catalogo prodotti costituito da sistemi relativi alla lotta sotto la superficie e a sistemi impiegati in ambito civile e legati essenzialmente alla protezione di ambienti marini e portuali, la divisione dei sistemi di difesa ha sviluppato un set di apparecchiature che permettono l'addestramento del personale, la valutazione ed i test dei prodotti a catalogo e la misurazione delle emissioni acustiche di navi e sommergibili.

 

 

Oracom

Il sistema Oracom è un simulatore multi ruolo, sviluppato per l'analisi operativa nella guerra subacquea, per lo sviluppo e l’addestramento. Rappresenta un sistema omnicomprensivo per ottimizzare e valutare le prestazioni di distemi d'arma quali siluri e contromisure. Nasce agli inizi degli anni '90 grazie all'integrazione di vari simulatori esistenti in quel momento, operazione sino a quella data non possibile per le limitate capacità ci calcolo disponibili.

 

L'evoluzione tecnologica ha consentito di realizzare un potente strumento in grado di studiare il comportamento in vari scenari operativi di sistemi complessi quali i siluri e le contromisure. Nel corso degli anni, Oracom, si è evoluto attraverso l'integrazione di nuove capacità di analisi e di simulazione per seguire lo sviluppo dei sistemi d'arma. L'utilizzo di modelli parametrici e di modelli reali, con software dei vari sistemi d'arma in scala 1:1 consente analisi realistiche ad approfondite.

Il livello di definizione degli algoritmi implementati ha permesso di impiegare Oracom per l'ottimizzazione delle tattiche di tutti i siluri della divisione dei sistemi di difesa; ciò grazie alle elevate capacità di simulazione deterministica e statistica di scenari complessi in vari ambienti operativi.

 

Oracom viene utilizzato anche per la pianificazione di lanci a mare di siluri e contromisure con la finalità di validare la bontà dei modelli implementati.

Gladius

Gladius è il nuovo nome commerciale del Bersaglio Semovente Subacqueo, ideato per permettere alle unità navali di supportare il processo di addestramento del personale con la massima flessibilità ed efficacia.

È un bersaglio siluriforme che naviga immerso e può simulare sia un bersaglio sonar che un bersaglio per siluri con lo scopo addestrativo di:

 

- valutare la prestazione dei sensori navali ASW;

 

- valutare la prestazione dei siluri in fase di attacco.

 

 

 

Portable Tracking Range

Il sistema PTR è un sistema subacqueo portatile, tridimensionale (3-D) che viene usato per i test di armi subacquee moderne in diverse condizioni ambientali.

 

È in grado di tracciare tre oggetti subacquei contemporaneamente in tempo reale sia in acque basse che profonde analizzandone i comportamenti cinematici.

Il PTR è composto da un minimo di tre ad un massimo di venti boe galleggianti, ciascuna collegata ad un idrofono subacqueo. Il sistema traccia la traiettoria di bersagli mobili subacquei e di superficie compresi bersagli artificiali. Le boe sono equipaggiate con un sistema radio UHF e con un sistema di posizionamento satellitare per la trasmissione tra le boe stesse e l'unità di superficie d'appoggio.

 

Il sistema PTR è impiegato dalla Marina Militare Italiana durante i lanci del Black Shark e del MU90.

 

 

Nettuno

Il sistema Nettuno (nuovo nome commerciale del PANOR) è un sistema portatile che viene impiegato per misurare ed analizzare il rumore subacqueo irradiato da unità di superficie e da sommergibili. Infatti, il sistema Nettuno è in grado di caratterizzare la "firma acustica" delle unità di superficie e dei sommergibili, consentendo di valutare il loro livello di discrezionalità, ovvero la probabilità di essere scoperti dai sistemi sonar di piattaforme ostili.

L'analisi acustica di cui sopra permette altresì di monitorare a scopo manutentivo eventuali deterioramenti dei macchinari rotanti a bordo.

 

Grazie al suo sistema altamente innovativo di formazione dei fasci acustici, consente operazioni efficaci anche in presenza di piattaforme con bassissima segnatura acustica.