Malaysia Airlines ordina 36 ATR 72-600

Malaysia Airlines ordina 36 ATR 72-600

ATR e la compagnia di bandiera malese, Malaysia Airlines, hanno firmato un contratto per l’acquisto di 20 ATR 72-600 e l’opzione di ulteriori 16. Il contratto ha un valore di oltre 840 milioni dioltre 840 milioni di dollari americani, opzioni incluse.

 

L’aereo sarà operato dalle controllate regionali Firefly e MASwings.

 

La firma di questo nuovo contratto fa seguito a un Memorandum of Understanding annunciato dalla compagnia aerea lo scorso dicembre. Con la firma di ieri 19 febbraio, la Malaysia Airlines porta a 42 il numero di ATR 72 acquistati dal 2007 ad oggi. La flotta della Malaysia Airlines conta, ad oggi, 22 ATR 72-500, operati dalle sue controllate Firefly (12) e MASwings (10), entrambe in forte espansione. L’introduzione di questi nuovi aerei, che sono i primi ATR -600 ad essere stati selezionati per il mercato regionale malese, in forte crescita, consoliderà la posizione di Firefly e MASwings sul mercato di riferimento confermando la Malaysia Airlines come uno dei maggiori operatori di ATR in Asia. Le consegne inizieranno a partire dalla metà di quest’anno.

 

L’arrivo di questi nuovi ATR 72-600 permetterà alla Malaysia Airlines di aumentare ulteriormente la propria offerta regionale, aggiungendo nuove tratte e frequenze alla propria rete mondiale. Il nuovo ATR 72-600 vanta le più recenti innovazioni in termini di comfort del passeggero, con la cabina Armonia disegnata da Giugiaro, allestita con nuove poltrone dalla linea slim, cappelliere più spaziose ed una affascinante illuminazione al LED.

 

Oltre ai 22 ATR 72-500 operati da Firefly e MASwings, la Malaysia Airlines ha anche una flotta di oltre 100 tra A330, A380, B737, B747 e B777 a medio e lungo raggio.
La Malaysia Airlines, da poco membro dell’alleanza Oneworld, opera voli su Asia, Australia, Medio Oriente, Europa e Costa Occidentale degli Stati Uniti.

 

Filippo Bagnato, CEO di ATR, ha dichiarato: “La Malaysia Airlines è davvero un partner prestigioso per ATR in Asia. La loro rinnovata fiducia ci lusinga e siamo felici di valorizzare ulteriormente questo rapporto con l’introduzione dei molti vantaggi garantiti dall’ATR 72-600, il nostro ultimo prodotto. Gli aerei ATR non hanno rivali in termini di comfort del passeggero ed eco-compatibilità. Siamo davvero onorati di essere parte attiva nello sviluppo della Malaysia Airlines e della connettività regionale tra la Malesia orientale e la Malesia occidentale. Siamo inoltre molto lieti di dare il benvenuto alla Malaysia Airlines come uno dei primi operatori del nostro Training Center per gli aerei della serie ATR -600 aperto di recente a Singapore”.

 

Ahmad Jauhari, CEO di Malaysia Airlines, ha dichiarato: “Negli ultimi cinque anni abbiamo lavorato molto con ATR e siamo pienamente soddisfatti delle performance e dei risultati commerciali che i nostri ATR 72 garantiscono alle reti del nostro gruppo, oggi in forte espansione. I velivoli ATR stanno chiaramente giocando un ruolo chiave nello sviluppo della Malaysia Airlines, perché ci permettono di collegare le destinazioni regionali e di inserire aerei più grandi sulle nostre tratte principali.

 

Grazie a questi nuovi aerei saremo in grado di accrescere l’alta qualità del servizio offerto ai nostri passeggeri collegando sempre più persone nella regione Malese e nelle aree circostanti”.
Ignatius Ong, CEO di Firefly, ha dichiarato: “La nostra esclusiva flotta di ATR 72 ci ha permesso di sviluppare una rete unica e ad alta frequenza per Subang, Penang e Johor Baruh, portando grande beneficio all’intera comunità malese oltre all’intera popolazione del triangolo Indonesia-Malesia-Thailandia (IMT-GT), in forte espansione ”.

 

Dato Nawawi, CEO della MASwings, ha commentato: “Siamo felici perché la flotta di ATR 72 di MASwings servirà a collegare con efficienza il Sabah e il Sarawak (stati della Malesia orientale), e le comunità del BIMP-EAGA (Brunei, Indonesia, Malesia e Filippine orientali), aiutandoci così ad accrescere ulteriormente l’industria del turismo e lo sviluppo socio-economico della regione”.

Tolosa 19/02/2013