I ragazzi del '76 – Vite parallele di Gustavo Stefanini e Sergio Ricci

I ragazzi del '76 – Vite parallele di Gustavo Stefanini e Sergio Ricci

Carisma, capacità manageriali, rigore, coraggio, spirito imprenditoriale, senso dell’onore, sono le parole che più ricorrono nel libro di Laura Maragnani "I ragazzi del '76 – Vite parallele di Gustavo Stefanini e Sergio Ricci" per descrivere le personalità di Gustavo Stefanini, "padre" di OTO Melara, e del suo amico collaboratore e successore Sergio Ricci: due uomini che hanno saputo portare l'azienda spezzina a livelli tali da renderla un marchio riconosciuto in tutto il mondo.

Erano uomini che avevano fatto del “non apparire” la loro etica manageriale: prima si fanno le cose, poi si raccontano, per non rischiare che qualcuno ti rubi quell’idea o non te la faccia realizzare. Niente interviste ai giornali, niente archivi, col rischio che storie importanti come quella della Finmeccanica-OTO Melara vadano perdute.

Rimangono allora le testimonianze orali, che l’autrice ha voluto fermare in questo libro: i racconti e i ricordi di chi quella storia l’ha vissuta, di chi ha contribuito a rendere grande l’OTO Melara, di chi ha “visto da vicino” personaggi come Stefanini e Ricci.