Un HERO per i nostri tempi

Un HERO per i nostri tempi

Nei settori dell’aerospazio, difesa e sicurezza, il mercato dei velivoli a pilotaggio remoto è certamente caratterizzato da una crescita costante e destinato ad aumentare la propria quota nel prossimo futuro. Un incremento che comprende sia lo sviluppo tecnologico nel suo complesso, in special modo nel campo dell’elettronica e dei microprocessori, sia l’interesse da parte di numerose agenzie nazionali e internazionali per l’impiego di questi sistemi a supporto delle operazioni nei campi civile e della sicurezza. Si stima, infatti, che il valore del mercato globale dei velivoli a pilotaggio remoto nel settore civile possa raggiungere nel 2026 una cifra di circa 14 miliardi di dollari, con aumenti del 300% rispetto al 2017*.

 

Inizialmente concepiti per soddisfare esigenze militari, le nuove potenziali applicazioni degli Unmanned in campo civile sono, tra le altre, la sorveglianza delle frontiere terrestri e marittime, il monitoraggio dei flussi migratori e la lotta ai trafficanti di esseri umani, il contrasto alla pirateria e al contrabbando o, ancora, la protezione delle infrastrutture critiche e il supporto ad operazioni in caso di calamità naturali.

 

 

 


AWHERO: IL NUOVO ELICOTTERO SENZA PILOTA 

 

Con l’acquisizione della società Sistemi Dinamici nel dicembre 2016 e dunque del programma AWHERO per un nuovo elicottero a pilotaggio remoto, si è rafforzato ulteriormente l’impegno di Leonardo nel settore degli Unmanned. È aumentato, così, il portafoglio dei velivoli senza pilota di Leonardo Elicotteri che già include l’SW-4 Solo, unico nel suo genere perché progettato per operare con o senza pilota a bordo. Ciò, rende Leonardo anche l'unico Original Equipment Manufacturer in Europa, disponendo di una completa competenza nelle piattaforme senza pilota e nell'integrazione di sistemi.

 

 

 

 


IMPIEGHI DELL’AWHERO

 

Delle differenti tipologie di UAV (Unmanned Aerial Vehicle), l’AWHERO fa parte degli UAV tattici, rientrando nella classe di peso dei 200 kg; può compiere operazioni di terra in ambienti particolarmente difficili, mentre, impiegato in mare, l’elicottero è in grado di operare in condizioni meteo e marine particolarmente critiche. Dalle prime fasi della progettazione, il sistema è stato infatti sviluppato anche per soddisfare l’impegnativo requisito delle operazioni da unità navali. 

 

 

 

L’AWHERO, che unisce l’esperienza di Leonardo nello sviluppo delle piattaforme ad ala rotante e quella di Sistemi Dinamici nei velivoli senza pilota, può essere impiegato in missioni svolte nel campo di battaglia o in missioni marittime per la protezione e supporto del contingente, rifornimento merci, lotta antisommergibile e antipirateria. Può, inoltre, svolgere funzioni di sicurezza nazionale, sorveglianza costiera e delle frontiere, missioni ISTAR (Intelligence, Surveillance, Target Acquisition and Reconnaissance), rilevazione, identificazione e monitoraggio delle imbarcazioni, monitoraggio delle infrastrutture critiche, ricerca e monitoraggio ambientale

 

 

 


UN SISTEMA INTEGRATO

 

Le Divisioni di Leonardo Elettronica per la Difesa Terrestre e Navale e Sistemi Avionici e Spaziali forniscono al programma AWHERO una vasta gamma di sensori, rendendolo, così, uno degli esempi di prodotto integrato realizzato dalla Società. E’ inoltre possibile, grazie alle elevate capacità di customizzazione, installare sull’AWHERO anche  altri sistemi e sensori.
L’AWHERO esposto al Salone di Le Bourget 2017 è dotato di un radar Gabbiano Ultra-Light e di sensore EO/IR.

 

 

 

 

*Fonte Frost & Sullivan

Leonardo 20/06/2017