Leonardo: la Guardia Costiera italiana aggiunge due ulteriori AW139 alla propria flotta

Leonardo: la Guardia Costiera italiana aggiunge due ulteriori AW139 alla propria flotta

Questo contratto porta a dodici il numero di AW139 ordinati dalla Guardia Costiera che prevede ulteriori opzioni per 2 elicotteri


I velivoli svolgeranno compiti di pattugliamento marittimo, ricerca e soccorso ed eliambulanza


Sono quasi 240 i clienti di oltre 70 paesi che hanno ordinato fino ad oggi più di 960 AW139


Leonardo-Finmeccanica ha annunciato oggi un ordine per due ulteriori elicotteri bimotore intermedi AW139 da parte della Guardia Costiera italiana. Questo contratto porta a dodici il numero complessivo di AW139 ordinati fino ad oggi da questo operatore. Gli elicotteri saranno impiegati per un’ampi gamma di missioni comprendente pattugliamento marittimo, ricerca e soccorso ed eliambulanza. L’ordine comprende inoltre opzioni per due ulteriori macchine.


L’AW139 è stato scelto dal cliente a seguito di una gara europea lanciata nell’agosto 2014 per un secondo lotto di elicotteri. Il contratto principale è stato assegnato nel 2010. L’AW139 si è dimostrato la miglior soluzione per soddisfare i rigorosi requisiti della Guardia Costiera. La consegna dei primi elicotteri è stata avviata nel 2010. Le prime missioni dell’AW139 hanno subito ottenuto importanti successi operativi lungo le coste italiane ed entro la zona economica esclusiva nazionale.


Gli AW139 della Guardia Costiera sono dotati di una vasta serie di equipaggiamenti di missione tra cui verricello di recupero, gancio baricentrico, tagliacavi, radar meteo e di ricerca, un avanzato sistema di comunicazione satellitare, sistema elettrottico, consolle di missione con schermi ad alta definizione, sistema anti-collisione basato su tecnologia laser, visore notturno, faro di ricerca di nuova generazione, galleggianti di emergenza, scialuppe di salvataggio. L’AW139 presenta una cabina di grandi dimensioni, facilmente accessibile grazie a due ampi portelloni laterali, per l’equipaggio, i sistemi di missione e le persone recuperate in operazioni di soccorso.


L’AW139 è stato scelto ed è in servizio con la Polizia di Stato, la Guardia di Finanza e l’Aeronautica Militare Italiana. I diversi operatori istituzionali italiani dotati di AW139 beneficiano dei vantaggi derivanti da una catena logistica, addestramento e servizi di supporto condivisi. Quest’ultimo contratto firmato dalla Guardia Costiera porta a 41 il numero di AW139 ordinati da operatori governativi italiani a copertura di una vasta serie di applicazioni di pubblica utilità quali ordine pubblico e sicurezza nazionale, pattugliamento, operazioni speciali, ricerca e soccorso, comando e controllo, trasporto governativo e VVIP, protezione civile e addestramento.


Sono quasi 240 i clienti di oltre 70 paesi ad aver ordinato fino ad oggi più di 960 AW139 che si conferma l’elicottero più venduto al mondo nella sua classe. L’AW139 può svolgere diversi tipi di missione tra cui ruoli governativi, elisoccorso, ricerca e soccorso, trasporto privato e governativo, ordine pubblico, utility, trasporto offshore. Molte inoltre le agenzie responsabili di pattugliamento e sicurezza marittima che hanno scelto l’AW139 in diversi paesi, oltre all’Italia, tra cui Giappone, Corea del Sud, Malesia, UK, USA, Svezia, Spagna, Estonia, EAU per citarne solo alcuni.  

Roma 04/08/2016 12:15