Finmeccanica: il Consiglio di Amministrazione approva il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012 e i risultati del terzo trimestre 2012 (*)

Il Consiglio di Amministrazione di Finmeccanica, riunitosi in data 8 novembre 2012 sotto la presidenza dell’Ing. Giuseppe Orsi, ha approvato all’unanimità il Resoconto Intermedio di Gestione al 30 settembre 2012 e i risultati del terzo trimestre 2012.

 

Risultati finanziari  (*) (**)

  • Ordini: 10,7 miliardi di euro nei nove mesi (+4% a parità di perimetro); 2,9 miliardi di euro nel terzo trimestre (-3%);
  • Portafoglio ordini: 44,7 miliardi di euro al 30 settembre 2012, pari a circa 2,5 anni di produzione equivalente;
  • Ricavi: 12,2 miliardi di euro nei nove mesi (+1% a parità di perimetro); 4,1 miliardi di euro nel terzo trimestre (+8%);
  • EBITA Adj.: 741 milioni di euro nei nove mesi (+36% a parità di perimetro ed escludendo gli effetti degli oneri “eccezionali”); 280 milioni di euro nel terzo trimestre, in crescita di 154 milioni rispetto ai 126 milioni del terzo trimestre 2011 (escludendo gli effetti degli oneri “eccezionali”);
  • Risultato netto: 146 milioni di euro nei nove mesi (+90% escludendo gli effetti degli oneri “eccezionali” e al netto della plusvalenza per la cessione del 45% di Ansaldo Energia e dei correlati aspetti fiscali); 75 milioni di euro nel terzo trimestre, in crescita di 50 milioni rispetto ai 25 milioni del terzo trimestre 2011 (escludendo gli effetti degli oneri “eccezionali” e non ricorrenti, opportunamente rettificati dai correlati aspetti fiscali);
  • Free Operating Cash Flow (FOCF): negativo per 1,4 miliardi di euro nei nove mesi (-1,6 miliardi nei nove mesi 2011); negativo per 183 milioni di euro nel terzo trimestre (-383 milioni nel terzo trimestre 2011). In entrambi i periodi di riferimento si registra un minore assorbimento di cassa;
  • Indebitamento finanziario netto: 4,8 miliardi di euro al 30 settembre 2012;


L’indebitamento finanziario netto risente del tipico andamento negativo di periodo del FOCF che vede il rapporto tra incassi e pagamenti relativi alle partite commerciali particolarmente sbilanciato a favore di questi ultimi.

  • Dipendenti: 68.321 al 30 settembre 2012, in flessione rispetto ai 70.474 al 31 dicembre 2011
  • Ricerca & Sviluppo: 1,4 miliardi di euro nei nove mesi (+6%), pari all’11% dei ricavi.
     

(*) I dati riportati sono unaudited.

(**) Variazioni espresse a parità di perimetro dell’area di consolidamento, ovvero considerando anche per il 2011 il consolidamento proporzionale di Ansaldo Energia (il cui 45% è stato ceduto a giugno 2011). Sono stati inoltre esclusi gli effetti degli oneri “eccezionali” connessi al programma B787 nel settore Aeronautica, registrati nel terzo trimestre 2011.

Roma 08/11/2012