Future Combat Air System: iniziano le attività di Finmeccanica – Selex ES e Thales relative ai requisiti dei sensori del futuro velivolo a pilotaggio remoto anglo-francese

Etude de concept SCAF (Système de Combat Aérien Futur). / FCAS (Future Combat Air System) candidate design.

Il 5 novembre Laurent Collet-Billon, responsabile dell’agenzia di procurement della Difesa francese (DGA), e Bernard Gray, responsabile del procurement presso il Ministero della Difesa britannico, hanno lanciato l’avvio della fase di fattibilità del programma FCAS (Future Combat Air System), che ha lo scopo di definire le specifiche del futuro velivolo da combattimento a pilotaggio remoto anglo-francese. Il valore complessivo del contratto relativo a questa fase guidata da BAE Systems e Dassault è di 150 milioni di euro.

 

In questo contesto a Finmeccanica - Selex ES e Thales è stato assegnato un contratto, della durata di due anni, per definire la suite di sensori multifunzione e i sotto-sistemi di comunicazione del FCAS.

 

Le due aziende europee lavoreranno sul progetto con una ripartizione dei carichi di lavoro al 50%. Oltre alle specifiche sui sensori e sui sistemi di comunicazione del futuro velivolo, le società definiranno i tempi e i costi operativi associati alla produzione del FCAS. La cooperazione comprende anche le attività propedeutiche alla fase di progettazione. Saranno inoltre coinvolte altre realtà industriali nel Regno Unito e in Francia in base alle esigenze.

 

Nel campo dei sensori di bordo, Finmeccanica - Selex ES e Thales sono partner di riferimento dei Ministeri della Difesa britannico e francese, così come di BAE Systems e Dassault Aviation. L'accordo crea quindi una partnership europea senza pari nel settore dell'elettronica per la difesa, che aprirà la strada per Gran Bretagna e Francia alla capacità di operare efficacemente velivoli da combattimento a pilotaggio remoto in contesti critici. Grazie a soluzioni sensoristiche innovative, Finmeccanica - Selex ES e Thales sosterranno  e svilupperanno una sovranità tecnologica e una solida base di competenze nelle due nazioni da cui trarranno beneficio sia le piattaforme da combattimento pilotate sia quelle non pilotate.

 

Pierre Eric Pommellet, Executive Vice-President, Defence Mission Systems di Thales ha dichiarato: "Il supporto della Francia e del Regno Unito è essenziale per il futuro dei sistemi aerei a pilotaggio remoto in Europa. Con questo contratto Thales e Finmeccanica - Selex ES rafforzeranno la loro cooperazione nel settore dell'elettronica per la difesa e svilupperanno dei sensori avionici in grado di rispondere ai requisiti richiesti dalle piattaforme di nuova generazione".

 

Norman Bone, Managing Director della divisione Airborne e Space Systems di Finmeccanica - Selex ES ha commentato: "Con il contrarsi dei bilanci europei della Difesa, i programmi di collaborazione come FCAS offrono ai nostri clienti l'alta tecnologia di cui hanno bisogno per affrontare le minacce emergenti, mantenendo allo stesso tempo una sostenibilità dal punto di vista economico. Questo progetto, che riunisce due campioni nazionali nel settore dell’elettronica per la difesa, permetterà ai nostri due paesi di iniziare a lavorare ad un sistema di combattimento di nuova generazione”.

 

Neuilly-sur-Seine 05/11/2014 17:30