Leonardo-Finmeccanica: allo studio la futura capacità di identificazione dell'Eurofighter nel nuovo programma del Ministero della Difesa UK

Leonardo-Finmeccanica: allo studio la futura capacità di identificazione dell'Eurofighter nel nuovo programma del Ministero della Difesa UK
  • Il sistema IFF (Identification Friend or Foe) consente di distinguere tra velivoli amici e potenziali minacce 
  • Leader nelle tecnologie di identificazione, Leonardo fornisce questo equipaggiamento allo stato dell’arte per diverse piattaforme in tutto il mondo, tra queste anche il velivolo Gripen E della Saab 
  • L’IFF a scansione elettronica assicurerà ai futuri piloti dei Typhoon capacità e prestazioni superiori nel combattimento 

 

Farnborough, 12 luglio 2016 – Leonardo-Finmeccanica guiderà il Technology Demonstrator Programme (TDP), un programma di aggiornamento tecnologico del Ministero della Difesa UK che studierà i benefici operativi di un sistema avanzato di identificazione (IFF - Identification Friend or Foe) per l’Eurofighter Typhoon. Il nuovo sistema, a scansione elettronica (E-Scan), sarà conforme al più recente standard di sicurezza Modo 5. E’ prevista, inoltre, la predisposizione del velivolo per il futuro inserimento di questa tecnologia.

 

L’IFF fornisce ai piloti la capacità chiave di riconoscere veicoli amici e identificare potenziali minacce, con informazioni su posizione e distanza dal velivolo. Il sistema attualmente in uso sui Typhoon dovrà essere aggiornato per soddisfare i nuovi regolamenti del traffico aereo civile, il Modo S, nel 2017 e lo standard militare Modo 5 nel 2019. La fase iniziale del programma TDP sarà incentrata sulla predisposizione del velivolo per rispondere a questi futuri requisiti.

 

Il passaggio ad un sistema IFF E-Scan porterà al Typhoon un vantaggio operativo significativo, dovuto, tra l’altro, alla capacità di interagire elettronicamente con il radar a scansione elettronica Captor-E del velivolo, attualmente in corso di sviluppo. Ad esempio, l’IFFF sarà in grado di guardare in una direzione differente rispetto al radar, consentendo al pilota di usare il sensore per mettere in sequenza obiettivi per la successiva identificazione. La fase finale del programma TDP dimostrerà la superiorità del velivolo nel combattimento grazie all’adozione di un sistema a scansione elettronica completo. 

 

Leonardo, che fornisce al Typhoon l’IFF attualmente esistente, sta guidando il programma TDP. La prima fase si focalizzerà sulle funzionalità del transponder compatto M428, interamente sviluppato in Europa, e sulla componente cripto SIT2010, la cui operatività è prevista per il terzo trimestre del 2016. Il resto del sistema E-scan, incluso l’interrogatore, l’unità di trasmissione/ricezione (Transmit/Receive Unit - TRU) e le antenne alari, sarà dimostrato nel 2017.

 

Il transponder M428, la cripto SIT2010, l’interrogatore M246, la TRU e le antenne sono progettate e sviluppate da Leonardo. Nel programma Typhoon, la partecipazione complessiva dell’azienda è di circa il 36%, considerate la quote nella realizzazione dell’aerostruttura, dell’avionica e dell’elettronica di bordo. 

 

Leonardo ha in essere diversi contratti per la fornitura di sistemi IFF, inclusi il transponder M428 e la cripto SIT2010, per i velivoli Gripen E destinati alla Forza Aerea della Svezia e del Brasile. La società sta, inoltre, proponendo la stessa capacità al Ministero della Difesa britannico nell’ambito di un programma che prevede di aggiornare al nuovo Modo 5 un’ampia serie di piattaforme militari terrestri, navali e aeree.  

Farnborough 12/07/2016 14:16