Leonardo-Finmeccanica selezionata da un cliente africano per la fornitura di velivoli di sorveglianza marittima con sistemi e sensori

Leonardo-Finmeccanica selezionata da un cliente africano per la fornitura di velivoli di sorveglianza marittima con sistemi e sensori
  • Due velivoli Beechcraft King Air 350ER saranno equipaggiati con il sistema di missione ATOS e una suite di sensori, tra cui il radar a scansione elettronica Seaspray, di Leonardo
  • Con una lunga esperienza nell’installazione di sensori su velivoli sia proprietari sia di altri costruttori, l’azienda è leader nei sistemi di missione capaci di fornire un’immagine integrata dell’area sorvegliata 
  • Il sistema ATOS è stato fornito a oltre 50 velivoli e installato su 10 diverse piattaforme 

 

Farnborough, 11 luglio 2016 – Leonardo-Finmeccanica fornirà a un cliente africano due velivoli Beechcraft King Air 350ER equipaggiati con sistemi di missione e sensori. Nel dettaglio, gli aerei saranno dotati del sistema di missione ATOS (Airborne Tactical Observation and Surveillance) e di una suite di sensori, tra cui il radar di sorveglianza a scansione elettronica Seaspray, trasponder e interrogatori IFF (Identification Friend or Foe) per l’identificazione amico/nemico, datalink Link 11 per le comunicazioni tattiche e un sistema integrato di gestione della missione. 

 

Leonardo sarà il prime contractor, testimoniando così come i sistemi e i sensori di un aereo di sorveglianza siano considerati dai clienti asset cruciali  per il successo di una missione. La società sarà responsabile delle modifiche ai velivoli, delle autorizzazioni e delle attività di progettazione, sviluppo, integrazione e installazione degli equipaggiamenti di missione. Leonardo effettuerà anche test a terra e in volo e lavorerà con un’azienda africana per fornire servizi di supporto e trasferimento di tecnologia.

 

Grazie a una capacità di pattugliamento continuativo di oltre 5 ore, il Beechcraft 350ER sarà impiegato per diversi tipi di missione, tra cui la sorveglianza marittima, le operazioni di ricerca e soccorso e la rilevazione dell’inquinamento marittimo.

 

Una componente fondamentale dell’equipaggiamento del velivolo è rappresentata dal sistema di missione ATOS, che raccoglie ed elabora i dati provenienti dai diversi sensori, restituendo un’immagine dello scenario chiara e di facile lettura per gli operatori. Oltre 50 sistemi ATOS sono attualmente in servizio in tutto il mondo presso diversi clienti, tra cui la Guardia di Finanza italiana, la Guardia Costiera italiana e le autorità doganali australiane. Il sistema ATOS è stato scelto anche dal Ministero della Difesa italiano per il velivolo ATR72. 

 

Tra gli altri sensori del velivolo, il radar Seaspray 7300E. Parte della famiglia di radar di sorveglianza AESA a scansione elettronica di Leonardo, il Seaspray 7300E è utilizzato dalle forze militari e dalle guardie costiere di tutto il mondo, inclusi gli Stati Uniti e l’Australia.
Il Seaspray è montato nella parte inferiore del Beechcraft 350ER, garantendo così una copertura di 360 gradi, e utilizza il suo sistema di rilevazione di target piccoli per l’individuazione di bersagli in condizioni di mare agitato.

 

Infine, sono montati a bordo anche i trasponder e gli interrogatori IFF di Leonardo per l’identificazione amico/nemico, tecnologia in cui l’azienda è leader. Numerose sono infatti le piattaforme che integrano sistemi IFF di Leonardo tra cui l’Eurofighter Typhoon e il Gripen-E di Saab. La società fornirà una soluzione IFF anche alle Forze Armate giapponesi ed è stata selezionata dal Ministero della Difesa UK per l’aggiornamento al Modo 5,  lo standard per l’identificazione militare più recente, degli apparati IFF di oltre 400 piattaforme.

Farnborough 11/07/2016 18:59