Per primi in volo sperimentale nell'impervia regione occidentale dell'Himalaya

Per primi in volo sperimentale nell'impervia regione occidentale dell'Himalaya

 

1 aprile

 

Dopo aver testato l’elicottero nella regione himalayana del Nepal orientale la scorsa settimana, il team di Leonardo si è spinto nell’esplorazione della regione occidentale. Per la prima volta è stato effettuato un test sulle prestazioni di un elicottero nell’impervia area himalayana. L’equipaggio era pronto alle 06:30 e l'AW119Kx ha lasciato Kathmandu al suo massimo peso al decollo, con passeggeri e pieno di carburante. A causa del maltempo sulla rotta verso Pokhara, è stata fatta una deviazione a Sud, con un percorso più lungo, pur mantenendo in volo una velocità alta, superiore ai 150 nodi. L'AW119Kx ha raggiunto Pokhara alle 08:00 e, dopo una breve sosta per il rifornimento di carburante, il viaggio è proseguito verso la catena himalayana occidentale. Alle 10:00 l'AW119Kx aveva raggiunto la regione di Dhaulagiri per effettuare la sperimentazione di voli in alta quota in montagna. Nell’arco di due ore, il nostro elicottero sotto la guida esperta del capitano  Oliva e del capitano Moro, ha realizzato 24 atterraggi, il più alto a 4.816 mt. al campo base Dhaulagiri, con passeggeri a bordo. Le condizioni meteo sono peggiorate di lì a poco e l'AW119Kx ha sfidato temporali e pioggia battente per raggiungere Pokhara, dove il team ha trascorso la notte.

 

2 aprile

 

La giornata è iniziata con un sole brillante nelle prime ore del mattino, con la promessa di un’ottima giornata per volare. Alle 06:30 l'AW119Kx era già decollato. L'equipaggio ha sfruttato al massimo la giornata, eseguendo voli sperimentali ad alta quota per tre ore e mezzo consecutive, dimostrando l'elevata resistenza dell’AW119Kx anche in condizioni estreme. L’elicottero ha attraversato quindi la catena del Dhaulagiri effettuando oltre 30 atterraggi, tra i quali otto atterraggi al campo base avanzato del Dhaulagiri (5.030 mt) e al campo base dell'Annapurna (4.420 mt) entrambi con passeggeri e oltre 200 kg di carburante. Durante queste prove l'AW119Kx ha raggiunto una quota massima di 6.919 mt

 

Queste missioni sono molto significative perché il campo base si trova in un ambiente estremamente ristretto con un’area di approdo molto piccola. L'intera regione è caratterizzata da valli molto strette dove il margine di errore consentito è quasi zero. La grande manovrabilità dell’AW119Kx ha avuto quindi un ruolo fondamentale nell’efficacia della missione. Dopo un rapido rifornimento l'AW119Kx è nuovamente decollato alle 11:30 e, in questa occasione, ha volato per oltre 40 minuti consecutivi a più di 5.791 mt di altitudine, dimostrando ancora una volta le proprie ottime prestazioni. Sfidando nubi dense, l'elicottero ha fatto ritorno a Kathmandu, concludendo le operazioni di volo alle 15:00.