Campo base Everest: test di volo superati a pieni voti

Campo base Everest: test di volo superati a pieni voti

31 marzo 2017

La giornata è iniziata bene grazie alle mutate condizioni meteo che hanno permesso nuovamente di volare, dopo due giorni di nubi dense e impenetrabili che hanno costretto l’elicottero e il team Leonardo a rimanere fermi all’aeroporto di  Lukla. Tutto l’equipaggio era quindi pronto per una giornata di avventure in volo già alle 06.30. A metà pomeriggio erano già stati effettuati 33 atterraggi, che comprendevano due voli con passeggeri a bordo, una missione di soccorso e tre ore di voli sperimentali con il supporto di un altro elicottero. Un grande risultato.

 

Nel corso della giornata, l’AW119Kx è agilmente atterrato presso il più alto laboratorio scientifico al mondo, la piramide del CNR, a 5.050 mt. Subito dopo, il nostro elicottero ha sorpreso tutti con le proprie ottime prestazioni riuscendo ad atterrare e poi decollare con due passeggeri a bordo al campo base Everest, a un’altitudine di 5.182 mt. in condizioni ISA+22 (3°C). I piloti raccontano di avere avuto il pieno controllo del rotore di coda, anche con venti che soffiavano a 20 nodi, sottolineando come la disponibilità di ulteriore potenza avrebbe permesso loro di portare a bordo anche un altro passeggero. Per testare nuovamente l’affidabilità dell’AW119Kx, l’equipaggio ha ripetuto la stessa missione, ottenendo nuovamente risultati positivi.

 

 

 

La missione al campo base Everest ha permesso di raggiungere anche un altro importante traguardo. A Periche (4.420 mt) i piloti hanno eseguito un completo spegnimento con successiva riaccensione del motore, per ben due volte! Dopo essere agevolmente atterrati e ripartiti dal campo base Everest, è stata ulteriormente testata la capacità dell’AW119Kx, che ha solcato i cieli blu ad una velocità di 120 nodi nelle vicinanze del monte Ama Dablam e del monte Makalu, e ha sorvolato il monte Baruntse, ad un’altitudine di 7.130 mt.  

 

 

Dopo aver terminato i voli sperimentali, l’AW119Kx è stato chiamato per una missione di soccorso da Namche a Kathmandu. La giornata è terminata alle 18.30 dopo un trasporto cargo da Kathmandu a Lukla per ripristinare le riserve di carburante.