Cosmo-SkyMed a quota tre. Lanciato dalla California il terzo Satellite

Cosmo-SkyMed a quota tre. Lanciato dalla California il terzo Satellite

E' stato lanciato con successo alle ore 19:28 del 24 ottobre (le 4:28 del 25 Ottobre in Italia), dalla base californiana di Vandenberg, il terzo satellite della costellazione per l'Osservazione della Terra Cosmo-SkyMed, tramite un vettore Delta II della Boeing.

"Questo lancio è un nuovo, fondamentale passo verso il completamento di un sistema che ci pone all'avanguardia nel mondo" commenta il Commissario Straordinario dell'Agenzia Spaziale Italiana Enrico Saggese. "Con tre satelliti in orbita, e con il quarto che si aggiungerà tra poco più di un anno, Cosmo-SkyMed può offrire servizi e prodotti nel settore dell'Osservazione della Terra impensabili per un satellite singolo. E l'ASI è già al lavoro per assicurare che il programma prosegua molto a lungo, con una seconda generazione di satelliti già allo studio".

COSMO-SkyMed è un programma nato da un accordo tra l'Agenzia Spaziale Italiana e il Ministero della Difesa e realizzato da Thales Alenia Space (joint-venture Thales/Finmeccanica), quale società Capo Commessa responsabile dell'intero sistema. Telespazio (joint-venture Finmeccanica/Thales) ha avuto la responsabilità della realizzazione dei Segmenti di Terra civili e militari e gestisce sia le operazioni in orbita della costellazione sia l'acquisizione e l'elaborazione dei dati. Per le applicazioni civili, i dati Cosmo-SkyMed sono commercializzati dalla società E-geos, costituita da ASI e Telespazio.

Il sistema italiano Cosmo-SkyMed, che rappresenta la prima costellazione mondiale di Osservazione della Terra per applicazioni duali (civili e militari), prevede la messa in orbita di quattro satelliti equipaggiati con sensori radar ad apertura sintetica, in grado di "vedere" in ogni condizione meteorologica e di illuminazione.

"Con il lancio del terzo satellite la Difesa italiana corona l'impegno per la realizzazione di un sistema duale, all'avanguardia e unico al mondo per capacità e flessibilità, di cui potranno beneficiare in egual misura gli utenti civili e le esigenze di sicurezza" è il commento del Generale Aldo Cinelli, Segretario Generale della Difesa. "E' un risultato di cui la Difesa, l'ASI e l'industria aerospaziale italiana possono andare ugualmente orgogliose".

Scopo del sistema Cosmo-SkyMed è la sorveglianza del nostro pianeta su scala globale per la previsione dei rischi e la gestione delle emergenze ambientali, per applicazioni nel campo della Difesa e della Sicurezza Nazionale, ma anche per finalità scientifiche e per servizi a valenza commerciale. La realizzazione dell'intero sistema ha richiesto un investimento complessivo di circa mille milioni di Euro.

"Siamo molto orgogliosi" ha dichiarato Luigi Pasquali, Presidente e Amministratore Delegato di Thales Alenia Space Italia, "del nuovo successo messo a segno con il lancio del terzo satellite di Cosmo-SkyMed, una realizzazione che ci ha visto protagonisti in qualità di primo contraente. Thales Alenia Space ha dimostrato ancora una volta di avere capacità e know-how per affrontare la grande sfida tecnologica rappresentata da questo programma, che pone l'industria spaziale italiana tra i primi nel mondo".

Vandenberg 24/10/2008