Completata la cessione di AnsaldoBreda e Ansaldo STS da Finmeccanica ad Hitachi

Completata la cessione di AnsaldoBreda e Ansaldo STS da Finmeccanica ad Hitachi

Finmeccanica ed Hitachi comunicano che in data odierna ha avuto luogo il closing delle operazioni relative all’acquisto da parte di Hitachi dell’attuale business di AnsaldoBreda S.p.A., ad esclusione di alcune attività di revamping e di determinati contratti residuali, nonché dell’intera partecipazione detenuta da Finmeccanica in Ansaldo STS S.p.A. (“Ansaldo STS”), pari a circa il 40% del capitale sociale della stessa.

 

Finmeccanica ha selezionato Hitachi quale migliore partner industriale per assicurare al proprio business dei Trasporti un posizionamento di successo nel lungo termine.  L’integrazione con Hitachi garantirà il miglior futuro possibile ai business di Ansaldo STS e di AnsaldoBreda nonché ai loro dipendenti.

 

L’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Finmeccanica, Mauro Moretti, ha dichiarato: “con la cessione del business relativo al trasporto ferroviario Finmeccanica è ora un’azienda focalizzata interamente sull’Aerospazio, Difesa e Sicurezza. Ciò rappresenta una tappa fondamentale nell’esecuzione del nostro Piano Industriale volto a focalizzare e rafforzare il Gruppo nel core business e a raggiungere i nostri obiettivi economici e finanziari. Sono sicuro che AnsaldoBreda ed Ansaldo STS ricopriranno un ruolo chiave nello sviluppo del business di Hitachi Rail in tutto il mondo”.

 

Alistair Dormer, Amministratore Delegato Globale di Hitachi Rail ha affermato: “Grazie a queste acquisizioni Hitachi sarà in grado di rafforzare il proprio posizionamento nel settore del segnalamento e della gestione del traffico ferroviario, di espandere l’offerta di soluzioni chiavi in mano e di accrescere il portafoglio con prodotti di eccellenza mondiale. La combinazione e complementarietà dei portafogli di Ansaldo e di Hitachi rappresentano un’opportunità unica per cogliere la crescita potenziale in nuovi mercati.”

 

In linea con gli accordi firmati il 24 febbraio 2015 e in seguito alla distribuzione di un dividendo pari a 0,15 Euro, come comunicato il 6 marzo 2015, il prezzo di acquisto delle azioni di Ansaldo STS è pari a 9,50 Euro per azione, per un corrispettivo totale di 761 milioni di Euro per l’intera partecipazione venduta. A seguito del closing dell’operazione, Hitachi lancerà un’offerta pubblica di acquisto obbligatoria sulle rimanenti azioni di Ansaldo STS, ai sensi ed in conformità alla legge italiana.

 

Il corrispettivo totale netto pagato a Finmeccanica al closing in base all’accordo di acquisto dell’attuale business di AnsaldoBreda, comprensivo del patrimonio immobiliare, ammonta a circa 30 milioni di Euro.

 

A seguito delle operazioni di vendita, l’indebitamento netto del Gruppo Finmeccanica alla fine dell’esercizio 2015 si ridurrà di circa 600 milioni di Euro, riduzione già inclusa nella Guidance 2015, con una plusvalenza (soggetta a valutazione di indennizzi e aggiustamenti di prezzo) stimata in circa 250 milioni di Euro.

 

Finmeccanica ricorda che la Guidance 2015 già include gli effetti del deconsolidamento del settore Trasporti.

 

Consulenti
Ai fini dell’operazione, Finmeccanica è stata assistita da Mediobanca e UBS quali consulenti finanziari e da Grimaldi Studio Legale quale consulente legale. Gli Amministratori Indipendenti del Consiglio di Amministrazione di Finmeccanica sono stati assisititi da Equita Sim quale consulente finanziario. Il Gruppo Hitachi è stato assistito da Citi e Deutsche Bank quali consulenti finanziari e da Gianni, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners e Mori Hamada & Matsumoto quali consulenti legali.

 

 

 

Tokyo e Roma 02/11/2015 17:30