CdA approva il Resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2011

Gli ordini, pari a 3.816 milioni di euro, sono in crescita del 2% rispetto al primo trimestre 2010, con un positivo andamento nei settori Energia, Aeronautica e Trasporti.

  • Il portafoglio ordini è di 48.038 milioni di euro e garantisce al Gruppo una copertura equivalente a circa due anni e mezzo di produzione.
  • I ricavi sono pari a 3.855 milioni di euro rispetto ai 4.039 del primo trimestre 2010 (-5%).
  • L’EBITA Adj. è di 215 milioni di euro, rispetto ai 251 milioni del primo trimestre 2010 (-14%). Il ROS è al 5,6%.
  • L’utile netto è di 7 milioni di euro rispetto ai 91 milioni del primo trimestre 2010 (-92%). Sul dato influisce la contabilizzazione, ricompresa negli oneri finanziari, di poste valutate con il metodo fair value di contratti di copertura, da non considerarsi come pro quota annuale, oltre alla flessione dell’EBIT.
  • Il FOCF è negativo per 998 milioni di euro rispetto ai 1.106 milioni negativi al 31 marzo 2010, con un miglioramento di 108 milioni (+10%).
  • L’indebitamento finanziario netto è di 4.051 milioni di euro, in aumento rispetto al valore registrato al 31 dicembre 2010. Rispetto al primo trimestre 2010 l’indebitamento è diminuito del 7%.
  • I costi per Ricerca e Sviluppo sono in aumento del 9% rispetto al primo trimestre 2010 e corrispondono al 10% dei Ricavi.
Roma 28/04/2011