C-27J Spartan: dall'Italia agli USA, con destinazione Australia

C-27J Spartan: dall'Italia agli USA, con destinazione Australia

Robusto, affidabile, manovrabile, versatile, adatto a ogni terreno e a ogni tipologia di missione, dal trasporto tattico al supporto in caso di calamità naturali, dall’aviolancio di uomini e mezzi all’impiego a ridosso della prima linea: è il C-27J Spartan, scelto anche dalla Forza Aerea australiana.

 

Il C-27J Spartan è il velivolo da trasporto tattico entrato in servizio con la Royal Australian Air Force - Copyright Commonwealth of Australia

 

 

Nel maggio del 2012, la Royal Australian Air Force (RAAF) ha ordinato 10 C-27J Spartan attraverso il programma di Foreign Militar Sales del Governo Americano, per sostituire gli ormai superati velivoli da trasporto De Havilland Canada DHC-4 Caribou già ritirati dal servizio nel 2009. Il primo C-27J è stato consegnato alla RAAF a fine giugno 2015 e attualmente sono quattro i velivoli in servizio in Australia.

 

I C-27J destinati alla RAAF vengono prodotti in Italia presso lo stabilimento di Torino Caselle della Divisione Velivoli di Leonardo e consegnati ad L-3 Integrated Systems presso Waco, in Texas, dove vengono completati nella configurazione Joint Cargo Aircraft. Il lavoro dura tre mesi e prevede l’installazione del sistema di autoprotezione con apparati per guerra elettronica e contromisure a infrarossi, equipaggiamenti di comunicazione con standard USA ed elementi per la protezione balistica.

 

Presso Arlington, vicino Dallas (USA), sono inoltre disponibili per l’addestramento degli equipaggi RAAF un Operational Flight Trainer e un Fuselage Trainer, una fusoliera con tutti i sistemi funzionanti come sul velivolo completo, per l’addestramento dei loadmaster cioè gli specialisti addetti alla gestione del vano carico del velivolo. A breve l’attività addestrativa verrà svolta interamente in Australia.

 

Piloti della RAAF durante un volo addestrativo sul vasto territorio australiano  - Copyright Commonwealth of Australia

 

 

Il raggiungimento della capacità operativa iniziale


Nel dicembre 2016 il Ministro della Difesa australiano, Sen. Hon. Marise Payne, ha annunciato il raggiungimento della capacità operativa iniziale per la flotta di C-27J Spartan, congratulandosi con la RAAF per l’importante obiettivo raggiunto.

 

Questo traguardo consente, infatti, di incrementare sensibilmente la flessibilità operativa e la capacità della RAAF di trasportare personale, equipaggiamenti, pallet da carico militari e rifornimenti in Australia e in tutta l’area circostante.  E’ stato valutato che il C-27J può, infatti, operare da 400 aeroporti in tutta l’Australia, contro i soli 200 accessibili ai più grandi C-130 Hercules (1900 contro 500 se ci riferiamo all’intera area dell’Asia Pacifico).

 

Cliente molto esigente, il Ministero della Difesa australiano si è mostrato pienamente soddisfatto del velivolo da trasporto tattico prodotto da Leonardo. La flotta dei C-27J Spartan della RAAF si prevede raggiunga la capacità operativa finale nel dicembre 2017.

 

Attualmente sono quattro i C-27J presenti in Australia con i quali è stata raggiunta la capacità operativa iniziale - Copyright Commonwealth of Australia

 

 

In servizio presso il 35° Squadron 


Il C-27J è entrato in servizio con il No. 35 Squadron della RAAF, reparto che accoglierà tutti gli Spartan attualmente con sede presso la RAAF Base di Richmond nel New South Wales e che, dal 2019, verrà trasferito sulla RAAF Base di Amberley nel Queensland.

 

Dopo aver condotto la valutazione operativa delle capacità del velivolo, finalizzata al raggiungimento della capacità operativa iniziale, il No. 35 Squadron impiega operativamente il C-27J nell’ambito dell’Air Mobility Group, comando della RAAF che gestisce tutti gli assetti aerei di supporto alle operazioni delle Forze Armate australiane.

 

Un gruppo di soldati australiani sbarca da un C-27J della RAAF, appena atterrato e con i motori in funzione - Copyright Commonwealth of Australia

 

 

In parallelo il reparto sta costruendo un bagaglio via via crescente di esperienza specifica sulla macchina, qualificando gli equipaggi della RAAF accogliendo anche piloti provenienti direttamente dalle scuole di volo. E’, infatti, importante creare livelli di esperienza significativi soprattutto nelle missioni di battlefield airlift, ovvero di trasporto sul campo di battaglia, fornendo supporto a uomini ed elicotteri che operano proprio sulla prima linea, includendo anche gli aviolanci di truppe paracadutate e di pallet aviolanciabili per il lancio di precisione di equipaggiamenti e materiale.

 

Senza alcuna preparazione specifica è possibile trasferire carichi su pallet con estrema rapidità su elicotteri CH-47 Chinook - Copyright Commonwealth of Australia

 

 

Interoperabilità ed evacuazione aero-medica

Dopo una serie di prove con alcune unità dell’Aviazione dell’Esercito australiano è stata dimostrata la capacità del C-27J di trasferire agevolmente il carico di materiali su pallet a un elicottero CH-47D Chinook e viceversa. Il velivolo prodotto da Leonardo è quindi in grado di colmare il gap tra il più grande C-130 Hercules e gli elicotteri CH-47, rendendo possibile il trasporto all’interno del teatro operativo e incrementando notevolmente la mobilità e la flessibilità per i comandanti sul campo.

 

Addestramento all’impiego del vano cargo del C-27J per operazioni di evacuazione aero-medica - Copyright Commonwealth of Australia

 

 

Il C-27J Spartan potrà essere impiegato dalla RAAF anche per le importanti operazioni di evacuazione aero-medica. Essendo, infatti, capace di operare su piste corte e di piccole dimensioni e di atterrare e decollare su terreni impraticabili per i velivoli da trasporto più grandi, il C-27J può essere impiegato per questo tipo di operazioni sul campo di battaglia o in aree che sono state colpite da disastri umanitari o naturali.