C-27J: 10 Anni di Operazioni Umanitarie

C-27J: 10 Anni di Operazioni Umanitarie

L’assistenza umanitaria e il supporto in caso di catastrofi naturali sono le tipologie di impiego tipiche dei velivoli da trasporto tattico, come il versatile C-27J Spartan di Leonardo.

 

Progettato per l’impiego nelle condizioni più estreme che caratterizzano i moderni teatri operativi, lo Spartan può trasportare agevolmente quasi 12 tonnellate di materiali, veicoli, medicinali, equipaggiamenti e uomini, incluso personale sanitario, grazie all’ampia sezione di carico e al robusto carrello.

 

Lo Spartan al servizio della collettività in Perù (Copyright Fuerza Aérea del Peru)

 

Lo Spartan può decollare e atterrare su piste non preparate e senza alcuna assistenza a terra grazie all’Auxiliary Power Unit di bordo e alla completa dotazione avionica, anche in condizioni di elevate temperature e alta quota, operando inoltre presso aree in cui le infrastrutture civili sono state danneggiate o distrutte.

 

Perfetto per gli impieghi cosiddetti “dual use”, il C-27J può anche effettuare – in caso sia necessario raggiungere aree non collegate con aeroporti o piste di atterraggio - l’aviolancio di precisione di pallets e di involucri, contenenti beni di prima necessità e soccorso.

 

Atterraggio su pista non preparata

 

Con estrema rapidità il vano cargo può essere inoltre riconfigurato per svolgere vitali missioni di Medical Evacuation (MEDEVAC), installando fino a 36 barelle per trasportare persone in difficoltà o ferite. Lo Spartan è inoltre impiegabile in missioni anti-incendio, attraverso l’aviolancio da quota di sicurezza di speciali contenitori di acqua o liquido ritardante, senza apportare alcuna modifica al velivolo.

 

Negli ultimi 10 anni, il C-27J è stato impiegato in numerose missioni umanitarie a seguito di catastrofi naturali quali uragani, terremoti, incendi, alluvioni o per dare supporto a emergenze sanitarie e sociali. Scopriamo insieme quali.

 

 

2017- URAGANI NEGLI USA

 

La United States Coast Guard (USCG) ha impiegato intensamente i propri C-27J Spartan per portare assistenza alle popolazioni che nel 2017 sono state colpite dagli uragani Harvey, Irma e Maria.

 

Sin dai primissimi giorni dell’emergenza i C-27J hanno trasportato personale USCG specializzato, veicoli adatti a tutti i terreni, battellini di salvataggio, medicine e forniture di soccorso. Un C-27J USCG ha anche condotto missioni di ricognizione post-uragano sull’isola Great Inagua

 

In 15 giorni, gli Spartan della Guardia Costiera e i loro equipaggi hanno completato 56 sortite, volando 92 ore, movimentando 252 persone e 52.230 tonnellate di carico a sostegno diretto delle operazioni di primo soccorso, con nessuna missione cancellata per problemi manutentivi e grande apprezzamento da parte dei vertici della USCG.

 

Uno dei C-27J impiegato dalla USCG per l’emergenza uragani
(copyright U.S. Coast Guard)

 

 

2017- ALLUVIONI IN PERU’

 

Nell’estate 2017 le piogge in Perù sono state molto più intense e durature del solito e il nord del Paese è stato pesantemente colpito (canali stradali interrotti, corsi d’acqua esondati e fiumi di fango che hanno travolto case e persone). Con il Paese tagliato in due, tutti i C-27J disponibili presso il Grupo Aéreo N° 8 della FAP (Fuerza Aérea del Peru) nella base di Callao, hanno volato senza sosta, fino ad 8 volte al giorno, dal sud al nord del Paese andino. Nel corso delle missioni, i velivoli hanno trasportato parecchie tonnellate di generi di prima necessità, militari per l’appoggio a terra, centinaia di cittadini che avevano la necessità di raggiungere le città isolate, mezzi meccanici e cisterne da campo piene di combustibile per rifornire gli elicotteri e i velivoli rischierati.

 

Un C-27J della FAP imbarca cittadini peruviani bisognosi di essere trasferiti in aree non colpite dalle inondazioni (Copyright Fuerza Aérea del Peru)

 

 

2017- INCENDI IN CILE

 

Il Cile è stato colpito nel 2017 dal più grande disastro forestale della storia recente del Paese, con numerosi fronti aperti su un’area molto vasta e migliaia di persone evacuate. In questa situazione di emergenza, il Governo del Perù ha portato soccorso al vicino Paese andino con i propri C-27J, trasportando in Cile materiale e personale specializzato nella lotta antincendio ed effettuando lunghi voli senza scalo.

 

Sfollati a bordo di un C-27J peruviano (Copyright Luis Enrique Saldaña Alvarado/Ministerio de Defensa del Perú)

 

 

2016 – TERREMOTO IN ECUADOR

 

Ad aprile 2016 una violenta scossa di terremoto di magnitudo 7,8 gradi (scala Richter) ha fatto tremare l’Ecuador. Per raggiungere zone remote colpite dal sisma, la Fuerza Aérea del Peru (FAP) ha messo a disposizione un proprio C-27J, aggregandolo ad una unità di trasporto internazionale costituita da paesi di tutto il continente americano. In 15 giorni di rischieramento sono state effettuate ben 59 missioni per un totale di oltre 40 ore di volo, volando fino a 6 volte al giorno. Lo Spartan si è comportato in modo eccellente trasportando ogni genere di materiale, inclusi viveri e generi di prima necessità e una grande quantità di evacuati, sfollati, feriti e personale militare.

 

Aiuti umanitari vengono sbarcati dal C-27J della FAP in Ecuador (Copyright Fuerza Aérea del Peru)

 

 

2013 – TIFONE HAIYAN NELLE FILIPPINE

 

Un C-27J dell’Aeronautica Militare italiana è stato dispiegato a fine 2013 sull’Isola di Cebu, nelle Filippine, in supporto alla Protezione Civile italiana e alle organizzazioni nazionali e internazionali che si sono mobilitate per l’emergenza causata dal tifone Haiyan. Il C-27J ha trasportato materiale umanitario tra cui tende, depuratori d’acqua e serbatoi gonfiabili da 5.000 litri l’uno (pillow tank), medicine, sfollati, personale militare e civile impiegato nelle operazioni di soccorso.

 

Si sbarcano gli aiuti umanitari dal C-27J AM nelle Filippine devastate dal tifone Haiyan
(Copyright Aeronautica Militare italiana)

 

 

2012 – URAGANO SANDY NEGLI USA

 

In risposta all’emergenza per l’uragano Sandy, che nell’ottobre del 2012 ha colpito con violenza la costa orientale degli Stati Uniti, la Air National Guard (ANG), ha trasportato verso New York soldati, veicoli e generatori da campo per assistere le vittime dell’uragano, impiegando per la prima volta il C-27J in supporto a un’emergenza umanitaria domestica.

 

C-27J provenienti da diversi reparti dell’ANG impegnati nell’emergenza uragano Sandy
(Copyright Air National Guard)

 

 

2007-2011 – OPERAZIONE “RIDARE LA LUCE” IN MALI 

 

Nell’Africa sub-sahariana, la cecità rappresenta una grossa emergenza sanitaria e sociale che colpisce circa 2 milioni di persone. Con l’operazione “Ridare la Luce” un C-27J di Leonardo, normalmente utilizzato per dimostrazioni o sperimentazione, ha effettuato numerose missioni in Mali, a supporto dell’Aeronautica Militare e dei team medici dell’A.F.Ma.L (Associazione con i Fatebenefratelli per i Malati Lontani). Grazie alle tre sale mobili per interventi di chirurgia oftalmica trasportate dal C-27J, i team sanitari specializzati hanno restituito la vista a circa 3.600 persone affette da patologie come la cataratta e il glaucoma, curando i pazienti direttamente nelle località di origine non collegate con voli di linea e difficilmente raggiungibili da altri velivoli da trasporto

 

Il C-27J Spartan in Mali, durante la prima missione dell’operazione “Ridare la Luce” nel 2007

 

 

Leonardo 30/03/2018