Leonardo lancia all'Electronic Warfare Europe la suite di protezione elettronica "BriteEye" disponibile a costi molto competitivi

BriteEye scenario M346 2017-01
  • BriteEye offre una protezione completa da minacce a guida radar in un unico sistema, dalla rilevazione di un radar ostile al lancio di opportune contromisure
  • Il prodotto viene presentato per la prima volta all'evento dedicato al settore dell’Electronic Warfare, in corso a Londra
  • Leonardo è leader in Europa nella protezione elettronica per velivoli e questo nuovo sistema di protezione integrata RF fa leva sulla gamma di competenze maturate nel settore

 

Leonardo presenta il suo ultimo prodotto di protezione elettronica, il ‘BriteEye’, alla fiera Electronic Warfare Europe in corso a Londra. Si tratta di una suite, disponibile a costi molto contenuti, che unisce capacità di rilevamento e contromisure in un unico prodotto integrato. BriteEye può individuare minacce in radiofrequenza (RF) a guida radar e attivare misure adeguate per garantire la sicurezza degli equipaggi in volo.

 

Il nuovo prodotto utilizza la collaudata tecnologia del ricevitore di allerta radar (radar warning receiver) SEER di Leonardo per rilevare le minacce in RF, attivando automaticamente da un sistema di distribuzione integrato le opportune contromisure, inclusi flare e il sistema di disturbo radar BriteCloud di Leonardo.

 

Compatto e leggero, BriteEye è un equipaggiamento ideale per aerei da attacco leggero, velivoli da ricognizione, intelligence e sorveglianza e anche per  droni (RPAS – Remotely Piloted Aerial Systems). Poiché Leonardo fornisce l'intero sistema, i costruttori di aeromobili possono ora fornirsi di un sistema di protezione RF completa dagli specialisti di protezione elettronica di Leonardo, in grado di garantire un’efficace interoperabilità tra le varie parti del pacchetto.

 

Leonardo è leader in Europa nei sistemi di protezione elettronica per velivoli. L'azienda ha integrato questo tipo di contromisure di difesa su numerosi elicotteri delle forze armate britanniche come l'AW159 Wildcat, Apache, Puma e Chinook. E’ alla guida del consorzio EuroDASS, che fornisce la suite di supporto integrata per la protezione del velivolo Eurofighter Typhoon ed è l'unica azienda al mondo ad avere un sistema RF di seconda generazione, il BriteCloud, provato con successo grazie a una serie di test effettuati con un velivolo Tornado della Royal Air Force.

Londra 08/06/2017 13:34