Leonardo-Finmeccanica e Bittium presentano la prima forma d'onda utilizzabile da piattaforme diverse in grado di migliorare la cooperazione tra le forze di terra europee

Leonardo-Finmeccanica e Bittium presentano la prima forma d'onda utilizzabile da piattaforme diverse in grado di migliorare la cooperazione tra le forze di terra europee

Leonardo-Finmeccanica, società internazionale nel settore dellasicurezza, e Bittium, società finlandese specializzata nello sviluppo di sistemi di comunicazioni tattiche affidabili e sicure, dimostreranno come le forze di terra di diversi Paesi europei saranno in grado di comunicare fra di loro in operazioni congiunte, collegandosi tramite una stessa forma d’onda a prescindere dalle piattaforme radio usate. La dimostrazione renderà evidente come il programma europeo ESSOR (European Secure SOftware defined Radio) possa rendere possibile l’interazione continua tra i sistemi di aziende diverse. Le prove verranno effettuate ogni giorno, nel corso del Salone Internazionale per la Difesa e la Sicurezza di Eurosatory (Parigi, 13-17 giugno), presso lo chalet Leonardo-Finmeccanica D501 ubicato nell’area esterna.

 

Entrambi i sistemi utilizzeranno l’European High Data Rate Waveform (HDRWF), forma d’onda sviluppata nell’ambito del programma ESSOR per permettere una migliore cooperazione tra diversi Paesi europei. Durante la dimostrazione, la radio tattica Swave SDR (Software Defined Radio) di Leonardo e il sistema wireless tattico IP di Bittium (TAC WIN) formeranno una rete in cui un video metterà in evidenza le potenzialità operative della forma d’onda ESSOR e di entrambi i sistemi. 

 

Il sistema TAC WIN di Bittium è utilizzato dalle Forze Armate finlandesi e rende possibile  la creazione rapida e automatica di una rete wireless IP a banda larga sul campo di battaglia, compatibile con reti via cavo e wireless già presenti. La SWave SDR di Leonardo è  una radio veicolare a 4 canali in grado di ospitare una serie completa di forme d’onda comprese tra 2 MHz e 2 GHz

 

 

ESSOR è un programma importante che permetterà alle forze europee di cooperare in maniera più efficace nelle missioni congiunte. È la prima volta che si dimostra la possibilità di operare attraverso una stessa forma d’onda su piattaforme diverse e siamo molto orgogliosi di poterlo fare insieme a Bittium, nel contesto del Salone di Eurosatory, ha commentato Lorenzo Mariani, responsabile della Divisione Elettronica per la Difesa Terrestre e Navale di Leonardo Finmeccanica.

 

Siamo entusiasti di collaborare con Leonardo a questa dimostrazione sull’interoperabilità e orgogliosi di far parte della comunità ESSOR. Il programma ha pienamente raggiunto i suoi obiettivi ed Eurosatory è il luogo perfetto per mostrare i risultati all’intera comunità della difesa. Il nostro sistema TAC WIN, operando insieme alla SWave SDR di Leonardo, dimostra perfettamente come la forma d’onda ESSOR sia impiegabile su differenti piattaforme SDR ”, dichiara Harri Romppainen, responsabile Difesa di Bittium. 

 

 

Sia Bittium che Leonardo partecipano al programma ESSOR dal 2009. Lo scopo del programma è di sviluppare una tecnologia radio europea basata su software per migliorare le capacità di cooperazione in missioni congiunte. Il programma è nato con il patrocinio dell’Ente europeo della Difesa (European Defense Agency - EDA), sponsorizzato dai governi di Finlandia, Francia, Italia, Polonia, Spagna e Svezia e assegnato dall’OCCAR (Organisation Conjointe de Coopération en matière d’ARmement) alla joint venture “Alliance for ESSOR” (a4ESSOR S.A.S.) che ha la responsabilità di gestire il consorzio industriale. Oltre a Bittium e Leonardo, le altre aziende coinvolte nella prima fase di ESSOR – che si è conclusa con successo nel 2015 – sono state Indra (Spagna), Radmor (Polonia), Saab (Svezia) e Thales (Francia). Oltre alla forma d’onda HDRWH, la prima fase del programma ha prodotto la definizione di una architettura radio software europea. Le parti coinvolte stanno attualmente negoziando la seconda fase del programma, che verterà principalmente sul raggiungimento, da parte del  sistema ESSOR, di ulteriori prestazioni operative.

 

Parigi 13/06/2016 18:30