Se la famiglia è… di elicotteri

Se la famiglia è… di elicotteri

Principio consolidato nel settore dell’ala fissa, il concetto di "Famiglia" di velivoli rappresenta una novità nel settore elicotteristico. Leonardo è stata la prima Azienda ad aver introdotto una Famiglia di prodotti nella quale tutti gli elicotteri hanno in comune le più moderne tecnologie, oltre che una gamma di caratteristiche condivise che si traducono in vantaggi per il cliente.
 

 


I modelli AW139, AW169 e AW189 sono i tre elicotteri che compongono la Famiglia. Ciascuno ha caratteristiche individuali e rappresenta una eccellenza nella propria classe di peso, ma allo stesso tempo è strettamente legato agli altri. I tre modelli condividono infatti lo stesso DNA,  la stessa filosofia progettuale: la massimizzazione delle dimensioni interne mantenendo un design estremamente compatto nelle dimensioni esterne, un elevato rapporto peso/potenza e avioniche integrate e similari.
 

 

L'AW139 in volo

 

 

Ottimizzati per svolgere diverse tipologie di missione che variano in base alla classe di peso, gli elicotteri della Famiglia sono stati concepiti con caratteristiche comuni, riducendo così i costi e facilitando i clienti nelle loro operazioni quotidiane. I modelli presentano infatti similitudini a livello di cockpit e di sicurezza, nell’architettura e nella modularità dei sistemi, nelle soluzioni di sistema e di configurazione operativa, nel design, nella componentistiche, nelle attrezzature di manutenzione e nelle logiche di gestione della macchina.
 

 

Un AW169 in fase di manutenzione

 

 

Un ulteriore punto a favore riguarda la manutenzione e l’addestramento in comune per tutti gli elicotteri della Famiglia: questo consente, a chi utilizza più di un modello, di migliorare la flessibilità operativa e di minimizzare i costi di esercizio, grazie a  procedure e approcci operativi simili.

 

Il set condiviso di equipaggiamenti per l’assistenza a terra e per la manutenzione, garantisce inoltre l’ottimizzazione della gestione della flotta. In un’ottica di addestramento è possibile ridurre il tempo necessario per l’ottenimento delle licenze in caso di passaggio del pilota da un elicottero all’altro, nell’ambito della Famiglia.
 

 

L'AW169 in volo

 

COMMON COCKPIT CONCEPT

 

AW139, AW169 e AW189 condividono un Common Cockpit Concept, dove le informazioni sono presentate in modo simile: vengono utilizzate le stesse simbologie e alert, secondo un approccio standardizzato che consente al pilota di utilizzare prassi e procedure familiari, passando da un modello all’altro, semplificando quindi anche l’apprendimento durante l’abilitazione presso le Training Academy di Leonardo.
 

 

 

Il cockpit dell'AW139

 

EQUIPAGGIAMENTI MODULARI

 

Per quanto riguarda i diversi tipi di missione e configurazione, sono stati sviluppati elementi modulari intercambiabili tra i vari modelli (per esempio sedili e barelle), oltre che sistemi di intrattenimento comuni per l’applicazione VIP. Per i ruoli avanzati (missioni di Ricerca e Soccorso e di ordine pubblico) gli operatori si confrontano con equipaggiamenti, logiche di integrazione e gestione dei sistemi di missione comuni (computer di bordo, sistemi di monitoraggio e di radiocomunicazione, equipaggiamenti elettromeccanici, solo per citarne alcuni).
 

 

L'AW189

 

AL SERVIZIO DEL CLIENTE

 

Nel campo dell’assistenza, sono molti i ricambi necessari alla messa in servizio così come gli equipaggiamenti di supporto a terra e le attrezzature di manutenzione che possono essere utilizzati in maniera intercambiabile per i tre modelli della Famiglia. I programmi di manutenzione sono stati concepiti secondo logiche condivise per facilitare i clienti equipaggiati con più di un modello. Tutto questo è parte della filosofia di Leonardo Elicotteri: lavorare insieme ai clienti, collaborare con loro, metterli al centro delle nostre azioni quotidiane.

 

Ad oggi sono sei i clienti che hanno ordinato tutti e tre i modelli della Famiglia, mentre undici  clienti hanno ordinato due modelli.

 

I vantaggi di un approccio modulare

  • Riduzione delle ore di addestramento per piloti e tecnici
  • Ottimizzazione del design per soluzioni tecniche di sistema e prestazioni, riducendo il time to market e semplificando/accelerando l’iter necessario alla certificazione/messa in servizio della soluzione
  • Maggiore flessibilità nella pianificazione delle modalità operative di gestione delle operazioni di volo e della flotta
  • Ottimizzazione dei processi e delle procedure di manutenzione, sia programmata che non
  • Riduzione dello stock di ricambi e di equipaggiamenti per la manutenzione
  • Similarità delle procedure operative e conseguente miglioramento della sicurezza
  • Riduzione del costo totale di acquisizione e gestione della flotta
Leonardo 07/03/2017