Alenia a ITEC 2013: le nuove frontiere della simulazione

Alenia a ITEC 2013: le nuove frontiere della simulazione

ITEC (International Training and Education Conference) forum annuale rivolto al mondo militare, industriale ed accademico si terrà per la prima volta in Italia, a Roma dal 22 al 24 Maggio 2013. L’evento è volto a favorire l’istituzione di relazioni e la condivisione di conoscenza tra i settori internazionali di simulazione, istruzione e formazione.

 

Si tratta infatti del principale evento europeo, e uno fra i principali al mondo, dedicato al settore Military Training, Education and Simulation e riunisce gli operatori professionali di vari campi operativi, sempre più interconnessi, grazie allo sviluppo di tecnologie avanzate e in grado di generare nuove soluzioni con un interessante travaso verso applicazioni duali, dal militare alla protezione civile, alla pubblica sicurezza, o all’ambito medicale, e viceversa.

 

Fornendo una panoramica completa sulle ultime innovazioni in campo industriale, questo evento mette a disposizione dei visitatori un’interessante e utile piattaforma per discutere sugli sviluppi di un mercato in continua evoluzione e per uno scambio di idee sui requisiti futuri della simulazione e della formazione in campo militare e civile.

 

Con una tradizione di più di 20 anni, ITEC è composto di una parte espositiva e di una conferenza organizzata su numerose sessioni di livello mondiale per illustrare le ultimissime novità in termini di prodotti e servizi offerti dalle aziende leader nel settore e per offrire opportunità uniche di networking.

 

Alenia Aermacchi, all’interno dello stand Finmeccanica, è presente con il simulatore dell’M-346 e del C-27J, inoltre presenta il simulatore dello Eurofighter Typhoon nello spazio espositivo dell’Aeronautica Militare.

 

Cristiano Montrucchio, Responsabile dei Sistemi Avionici di  Alenia Aermacchi è Conference Chairman dell’ITEC 2013.

 

Fondato nel 1961, il Centro di Simulazione di Alenia Aermacchi progetta, sviluppa e gestisce i simulatori di volo e le attrezzature hardware e software necessarie per la loro integrazione. Questi simulatori sono usati principalmente per sostenere lo sviluppo dei velivoli che Alenia Aermacchi realizza direttamente o in partnerships nazionali o internazionali.

 

Simulatori di volo, stazioni di pilotaggio interattive, generatori di scenari e di immagini e relativi impianti di realtà virtuale sono integrati in una rete di simulazione distribuita, che consente di svolgere prove su sistemi complessi e multi-piattaforma potendo includere simulatori posti in località diverse, tra di loro collegati in rete.

 

Quando il velivolo viene consegnato al cliente ed entra nella sua fase operativa, le stesse risorse impiegate per lo sviluppo sono usate per l’addestramento iniziale di piloti e tecnici, mentre simulatori dedicati per l’addestramento a terra sono progettati e costruiti specificamente per il cliente ed installati presso le sue basi aeree.

 

Questo approccio si è dimostrato molto efficace nei programmi Eurofighter e C-27J: in entrambi i casi si sono utilizzati per l’addestramento iniziale i simulatori ingegneristici di Alenia Aermacchi, per poi sviluppare simulatori di volo dedicati ( Eurofighter Enhanced Aircrew Cockpit Procedure Trainers e Eurofighter Aircrew Synthetic Training Aids – quest’ultimo sviluppato all’interno del programma ASTA – e C-27J Flight Simulator), forniti agli utilizzatori finali.

 

Alenia Aermacchi, con oltre 50 anni di esperienza nella formazione di piloti militari, ha inoltre sviluppato il sistema addestrativo integrato (ITS – Integrated Training System) che include simulatori di missione (Full Mission Simulators), strumenti per l’addestramento accademico (Academic Training Media) oltre agli strumenti di gestione dell’addestramento stesso (Training Management Tools) e, naturalmente, i velivoli Trainers primo tra i quali il nuovissimo M-346.

Roma 22/05/2013