Alenia Aermacchi: nEUROn, il dimostratore tecnologico per un UCAV europeo

Alenia Aermacchi: nEUROn, il dimostratore tecnologico per un UCAV europeo

Il programma nEUROn, lanciato dal Ministero della Difesa francese e sostenuto da Italia, Svezia, Spagna, Grecia e Svizzera rappresenta uno sforzo molto importante per sviluppare nuove tecnologie e per creare le basi per futuri programmi di velivoli a pilotaggio remoto per impieghi militari. Questa iniziativa prevede la realizzazione di un dimostratore tecnologico full-scale di un velivolo da combattimento a pilotaggio remoto UCAV (Unmanned Combat Aerial Vehicle). Il velivolo ha effettuato il suo primo volo il primo Dicembre 2012.

 

L’attività dei dimostratori è una tappa importante nel processo di maturazione delle tecnologie in quanto porta ad una maggiore conoscenza delle stesse, diminuendo il livello di rischio nell’ottica dello sviluppo di sistemi per impieghi operativi.
Il nEUROn è rivolto alla dimostrazione di tecnologie chiave per velivoli a pilotaggio remoto da combattimento con ricadute sui futuri sistemi sia con o senza pilota a bordo e comprende progettazione, sviluppo, produzione e sperimentazione in volo di un velivolo caratterizzato da una bassa segnatura radar ed infrarossa, capace di volo autonomo e lancio armamenti. Sebbene non sia un vero prototipo di una macchina operativa, il nEUROn può essere considerato rappresentativo di quella che sarà la configurazione degli UAV da combattimento futuri.

 

Gli obiettivi che si vogliono raggiungere con questo dimostratore sono:

  •  Compiere missioni aria-terra, inserite in un sistema di comando e controllo “network centrico”
  •  Realizzare una piattaforma stealth (bassa segnatura radar e infrarossa)
  •  Lancio di armamenti da un vano interno
  •  Effettuare una dimostrazione di individuazione e riconoscimento autonome di un obiettivo

 

Dal punto di vista industriale il nEUROn è un programma guidato dalla francese Dassault Aviation con Alenia Aermacchi come primo partner industriale con una partecipazione pari al 22% al programma, con responsabilità a livello di sistema e sottosistema.
Alenia Aermacchi inoltre, come capofila nazionale, guida un gruppo di società italiane che include anche SELEX Galileo (una società di Finmeccanica).

 

Il contributo di Alenia Aermacchi riguarda la progettazione e la produzione del sistema di generazione e distribuzione elettrica; di un sistema dati aria innovativo (con caratteristiche stealth); di componenti a bassa osservabilità e soprattutto del sistema integrato di armamento con piena autonomia di gestione dei sottosistemi, la cosiddetta Smart Integrated Weapon Bay (SIWB). Il sistema permetterà l’individuazione, il riconoscimento e l’illuminazione del bersaglio; la trasmissione della richiesta di approvazione al comandante della stazione di terra e il lancio dell’armamento con modalità stealth.

Torino 01/12/2012