Collaborazione tra Alenia Aermacchi e Segredifesa per lanciare lo sviluppo di un nuovo trainer basico a getto

Collaborazione tra Alenia Aermacchi e Segredifesa per lanciare lo sviluppo di un nuovo trainer basico a getto

Alenia Aermacchi e il Segretariato Generale della Difesa/Direzione Nazionale degli Armamenti del Ministero della Difesa hanno siglato un accordo per definire congiuntamente le specifiche operative e per collaborare allo sviluppo di un nuovo velivolo da addestramento basico-avanzato, denominato M-345 HET, High Efficiency Trainer, la cui disponibilità per l’adozione in servizio è prevista per il 2017-2020.

 

L’accordo, annunciato oggi al salone aeronautico di Le Bourget dal Segretario Generale della Difesa, Gen. Claudio Debertolis e dall’Amministratore Delegato di Alenia Aermacchi, Giuseppe Giordo, prevede l’immediata costituzione di un gruppo di lavoro congiunto tra l’Amministrazione Difesa e l’industria per la definizione delle specifiche tecniche della nuova macchina e definire i passi necessari per lo studio preliminare e il suo successivo sviluppo, adottando principi di costo/efficacia ed economicità in grado di soddisfare i potenziali requisiti del mercato internazionale.

 

Il nuovo HET sarà basato sul nuovo addestratore a getto M-345 che dunque rappresenterà la più recente soluzione proposta da Alenia Aermacchi per la fase basica-avanzata del sillabo addestrativo per piloti militari.

 

Il sistema avionico del M-345 HET, grazie ad un significativo contenimento dei costi di acquisizione e di esercizio, punta ad offrire alle forze aeree di tutto il mondo una soluzione economicamente vantaggiosa ed efficace nella formazione di un pilota militare rispetto alle soluzioni turboelica di elevata potenza che, pur essendo nella stessa classe di peso dell'M-345 HET ed equipaggiati con sistemi di bordo analoghi, sono in grado di fornire tuttavia prestazioni ed efficacia addestrativa limitate.

 

L’M-345 HET sarà equipaggiato con un motore turbofan con spinta massima nella classe dei 1.600 kg (3,500 lb), offrirà una elevata vita a fatica e fattori di carico limite compresi tra +7/-3,5 g e sarà dotato di avionica di ultima generazione, comprensiva di HUD (Head Up Display) nel cockpit anteriore e un ripetitore nel cockpit posteriore; Multi-Function Displays per entrambi i posti di pilotaggio e comandi HOTAS (Hands On Throttle-And-Stick). Il nuovo addestratore sarà progettato per garantire un sillabo addestrativo perfettamente raccordato con quello dell’addestratore avanzato e pre-operativo M-346, a partire da un’elevata somiglianza delle cabine di pilotaggio fino a consentirne l’interoperabilità in missioni di addestramento congiunte.

 

Dal punto di vista logistico il contenimento dei costi di esercizio sarà ottenuto grazie alle caratteristiche dell’aereo di essere mantenuto con due soli livelli manutentivi, avendo eliminato il terzo e più gravoso livello di revisione generale del velivolo. La manutenzione sarà facilitata dalla rapida accessibilità ai semplici impianti e sistemi di bordo e dalla presenza di un sistema HUMS (Health and Usage Monitoring System) che fornirà informazioni su struttura, motore e sistemi, per un efficiente monitoraggio dello stato dei singoli componenti/sistemi. L'introduzione del sistema di rifornimento a pressione del combustibile e di un sistema OBOGS (On-Board Oxygen Generating System) porterà significative riduzioni nel personale richiesto per  le operazioni a terra del velivolo, riducendo inoltre i tempi di intervallo tra i voli, rendendo l’M-345 HET ancor più vantaggioso sotto il profilo gestionale.

Le Bourget (Parigi) 19/06/2013